Sunday photos, with something special…

Foto della domenica, con qualche particolarità…  The english text is below, thanks.

La domenica era proprio bella quando una coppia di amici ha invitato mia moglie e me per una passeggiata nella brughiera. Sole, aria limpida, l’ideale per scattare qualche foto in relax. Ma io avevo in testa qualche cosa di diverso, colpa di due donne amiche blogger. No, così non suona bene, sembra un poco maleducato.  Proviamo così:  ero ispirato dai post di due amiche blogger ed ho voluto provare una cosa un po’ diversa da quelle che faccio di solito. E allora desidero come prima cosa ringraziarle:  grazie Nia e grazie beweightless :-)

sunday afternoon photo

It really was a nice sunday when a couple of friends invited me and my wife for a walk in the moor. Sun and clear  air are supposed to be ideal to take a few relaxed snaps, but I had something very different in my head. Two woman, friend bloggers were responsible for that. No, like this it does not sounds well, it is not very polite. Let me try in a different way. Recently I read the post of two good friends blogger which inspired me to try something different. And first I desire to thank them both: grazie Nia e grazie beweightless :-)

Ad ispirarmi è stata da una parte questo post di Nia con “quella” fotografia.  E quest’altro dal blog beweightless con questa bellissima collezione di macchine fotografiche che io chiamerei non convenzionali.

To inspire me was this post from Nia with “that” photo. And this other from the blog beweightless with her beautiful collection of what I would dare to call not conventional cameras. 

Allora ho aperto l’armadio e ho cercate la mia prima reflex, acquistata con un dei miei primi stipendi, circa 40 anni addietro. La macchina è una Minolta SRT 101 e la potete vedere in questa foto.

Then I look into the cupboard for my first reflex camera, which I bough more or less 40 years ago with one of my first salaries. The camera was a Minolta SRT 101.

Minolta srt 101 e Annie Leibovitz book "Annie Leibovitz at work"

My Minolta srt 101 and the book "Annie Leibovitz at work"

Non è un caso che sullo sfondo ci sia il libro di Annie Leibovitz: infatti in una delle prime pagine Annie racconta che la sua prima macchina fotografica è stata proprio una Minolta SRT 101. Abbiamo avuto qualche cosa in comune, io ed Annie!

It is not casual the Annie Leibovitz book in the background: in one of the first pages she tell us that her first camera was a Minolta SRT 101 ! We had something in common, me and Annie!

loaging the srt 101Controllato che l’otturatore scattasse ho cercato una pellicola da adoperare e ovviamente ho scelto una pellicola scaduta da tempo.

After having checked that the shutter worked I look for a film and, of course I choiced  an expired film. Just to be in the spirit of the old times.

A questo punto insieme alla nostra coppia di amici siamo andati a fare una passeggiata nei boschi non lontano da casa. Ricordandomi del post “Landscapes of the Mind”  di Annika Ruohonen, fotografa finlandese che citando un’intervista di Steve McCurry (in lingua inglese) ci parla dell’importanza di sentirsi a casa nel posto che si fotografa per avere un risultato non da semplice turista. Allora ho pensato che la brughiera vicino a casa potesse offrirmi qualche buona opportunità. L’idea che non sia necessario andare lontano per fare foto interessanti è fra quelle che hanno ispirato il mio progetto di fotografia a chilometro zero. Colgo l’occasione di suggerirvi di visitare il blog di Annika, sia per le foto sia per i pensieri contenuti nei suoi racconti di fotografa e mamma.

Now, together with our friends we went for the walk in the moor, not far from home. I had just read the post “Landscapes of the Mind” by Annika Ruohonen, a finnish photographer who  commenting an interview by Steve McCurry (english language) reminds us how important is to feel at home in the place where you are taking photos. After all is one of the reasons for which I started my project photography at km zero is the idea that it is not necessary to travel far in order to get an interesting photo. I take the opportunity to suggest you to visit the Annika’s blog, it is worthwhile both for the pictures and for the interesting thoughts she has as photographer and as mother. 

Ma la mia cara Minolta non ha funzionato come doveva, molte foto tornate dal laboratorio sono mosse e sovraesposte. Immagino che l’otturatore mi desse tempi molto lenti anche quando impostato su 1/125 sec. E allora queste sono alcune delle foto come tornate dal laboratorio.

But my dear Minolta did not work as supposed: most of photos which came back from the lab are overexposed and blurred: I imagine that the shutter even if set at 1/125 gave a much longer time. And then these are a few photos as they came back from the lab.

Ma a me piace l’esperienza della fotografia per le sensazioni che mi dà ed anche se tecnicamente le foto non sono il massimo, a dire il vero queste son proprio male, ho provato piacere nel maneggiare la mia vecchia macchina. Credo proprio che la farò controllare da un tecnico !

But I like the experience of photography because of that special feeling I get and even if the photos are not technically perfect, to be honest these are really bad, I had pleasure to use my old camera. I do really think I’ll look for a technician to repair it!

A questo punto dovrei ringraziare le moderne tecnologie, perchè lavorando un poco con il fotoritocco sono riuscito ad arrivare a questi risultati: lontano dall’essere perfetti ma almeno…foto visibili.

At this point I should only thank the modern technology because working on the scans with the PS software I manage to improve my photos: very far from perfection but at least…visible.

sunday afternoon photo, post processed

sunday afternoon photo, post processed

sunday afternoon photo, post processed

Ovviamente per avere una buona foto il primo passo è di fare una buona ripresa: mi ricordo che quando mio papà mi insegnava a stampare (in camera oscura)  diceva sempre che la foto che si stampa bene è quella con un negativo ben esposto. Ma a volte è bello anche giocare un poco con i nostri errori. E’ un piccolo divertissement, ma io insisterò ancora con questi negativi. Forse mi verrà una buona idea…

Of course to have a good photo the first step is to be careful when taking it:  I remember that my father when teaching me to print (in the wet darkroom) was always telling that the photo which can be printed very well is the one with a good exposed negative. But sometimes it is nice to play a little with our flops . It’s a little divertissement, but I’ll try to work with these negatives. Maybe a good idea will come…

Self portrait with my fabolous SRT 101, rkr © march 2012

Concludo ringraziando ancora una volta le tre amiche che con i loro blogs hanno “ispirato” le foto di questa mia domenica ed invitandovi a visitare i loro blogs.

As conclusion I thank once more the friends who through their blogs “inspired” me for such a pleasant sunday and I really invite you to visit their blogs.

22 pensieri su “Sunday photos, with something special…

  1. Foto molto suggestive, complimenti, soprattutto quelle del viale alberato! :-)
    Anch’io ho una Minolta, una SRT 100x. L’ho comprata poco prima di Natale e per ora ne sono entusiasta.

  2. Ho letto il tuo post con grande interesse e piacere. E’ pieno di entusiasmo, di passione, parla di divertimento, in forma assoluta, completa, è un piccolo viaggio dentro la fotografia come curiosità, bisogno di espressione, condiviso in ogni particolare, contagioso.
    Grazie per i tuoi commenti !

    claudio

    • Grazie Claudio, io cerco di prendere la fotografia con molta serietà. Ma nello stesso tempo deve anche essere un divertimento, un relax, un qualcosa di sorprendente. Fa parte del suo fascino poter considerare questi due aspetti.
      ciao
      robert
      PS: sempre meritevoli di essere viste le tue foto…

  3. Minolta ist prima, ich verwende an meiner SONY alte Minolta Objektive, das war der Grund überhaupt weshalb ich eine Sony gekauft habe. Minolta hat mich schon als kleines Kind begeistert. Schade, dass Minolta keine Kameras mehr baut.

    Das letzte Bild finde ich am schönsten.

    Gruß
    Oli

  4. These photos are great and your words make me smile :-)
    Modern technology only allows us to do more easily what was done in the dark room in the past.

  5. Mi è sempre piaciuta la fotografia. Ma io mi ci sono applicata “seriamente” solo dopo un evento poco piacevole, accaduto circa un anno fa. La fotografia mi ha curato, e tutt’ora lo sta facendo, perché mi aiuta a cambiare prospettiva, a pensare ad un risultato, ad applicarsi per ottenerlo.
    Ora, sapere che il mio blog così semplice ha ispirato una persona della tua capacità ed esperienza, è una soddisfazione impagabile. Proprio come deve esserlo per te l’utilizzo di una macchina d’epoca. Della tua prima reflex. Emozioni che non si possono spiegare a parole.
    Le foto del tuo post mi piacciono tutte. Ma, ovviamente, le originali non ritoccate (very lo-fi!!), ancora di più! ;) Grazie a te per aver condiviso questa bella esperienza fotografica!

  6. You are amazing dear Robert, I am so glad that you found my post inspirational… You made me wonder now, does it work my old camera? I should test too… Wonderful post as always. I enjoy to read and to visit your blog. You have always creative ideas, projects and thoughts. Thank you, with my love, nia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...