Cropping the saxophonist !

Tagliare il sassofonista!          Please scroll down for english text, thanks.

Lo avevo già scritto qui, amo la musica ma non sono capace di suonare. E allora cerco almeno di fotografare i musicisti che incontro. A volte mi piace il risultato, a volte ho dei dubbi.

I already wrote it here, I love the music but I’m not able to play any instrument. Therefore I try at least to photograph the musicians I meet. Sometimes I like the result, sometimes I have doubts. 

Durante la mia vacanza in Austria nella piazza di Seefeld ci sono stati diversi concerti: suonavano gruppi di giovani americani in tournée in europa. E’ stato bello ascoltare dei giovani suonare in orchestra.

During my holiday in Austria, in the main place of Seefeld there have been many concerts: young americans from various states were in tournée in Europe. It was nice to listen to young people playing in an orchestra. 

Un giorno ero seduto fra il pubblico in prima fila quando ho visto un giovane sassofonista riscaldarsi da solo prima di salire sul palco insieme agli altri musicisti. Ho provato a fotografarlo e questa è la scansione di quel fotogramma (si, era la mia vacanza da filmosauro!)

One day I was sitting among the public, in the first line when I saw a young saxophonist warming his instrument before to join the other musicians on the stage. I tried to take a photo and here is the scan of that frame (yes, it was during my film filmosaur style holiday!).

saxophonist, the frame 100%

Le regole della composizione suggeriscono di non mettere il soggetto al centro del fotogramma: l’occhio non sa tanto bene dove andare. Sarebbe meglio piazzarlo a circa un terzo. Ma io non potevo inquadrare più a destra senza includere gli altri spettatori nella foto, già così si vedono dei piedi! Per lo stesso motivo non potevo inquadrare più a sinistra.

The rules of the composition suggest not to place the subject in the middle of the frame because the human eye would not know where to go. It should be placed at one third. But I could not point my camera more on the right without including other spectators in the frame, you can already see a couple of feet! For the same reason I could not point more on the left side.

In una situazione ideale mi sarei alzato ed avvicinato al sassofonista, probabilmente con un grandangolo sulla macchina e dopo aver stabilito un contatto visivo con lui lo avrei fotografato da vicino, più o meno come nelle foto in questo articolo.

In an ideal situation I had stand up and gone near the player and after having established with him a visual contact I had taken the photo probably with a wide lens, more or less like the photos in this post. 

Ma se mi fossi alzato avrei perso il posto! Allora avendo a disposizione un file pesante ho provato a tagliare la foto. Già, ma come? Il modo più semplice, rispettoso della regola del terzo sarebbe questo.

But if I had moved I had lost my place in the first row! So, having now an heavy file i decided to crop it. But how? Easier way would be like this, simply according to the 1/3 rule.

saxophonist,  crop 1,  following the 1/3 rule

Lasciare un po’ di spazio davanti al suonatore dà un’idea di libertà, di relax.

Leaving some free space in front of the player gives an idea of freedom and relax.

Ma se tolgo lo spazio ho una foto meno rilassata e l’osservatore si domanda cosa ci sia davanti al suonatore. Si crea un po’ di tensione.

But if I take away the space in front of the saxophonist we have a less relaxed photo and the observer could ask himself what could be there. We create some tension.

saxophonist, crop 2, where is he going?

Lui è in piedi, gli alberi sullo sfondo hanno un tronco verticale. Potrei provare un taglio verticale. He stands, the trees have a vertical trunk. I could try a vertical crop.

saxophonist, crop 3, vertical style

E se cambiassimo formato? Il quadrato ha molto equilibrio in se, e mi sembrano interessanti le  due lanterne bianche nello sfondo…And how about changing the side ratio? The square one has a nice equilibrium and I find interesting the two white amps in the background

saxophonist, crop 4, the square

Il formato quadrato mi fa pensare alla mia Holga, e allora con un po’ di postproduzione potrei aggiungere un poco di vignettatura…

The square let me think of my  Holga and with a little postprocessing I can add some vignetting…

saxophonist, crop 5, vignetting

Tante possibilità, io amo le foto con qualche cosa di sbagliato a volte. E allora torno al formato originale, lo taglio un poco e lascio dentro i piedi! E la prossima volta mi alzo e vado a fotografare da vicino, e se perdo il posto ascolto la musica in piedi!

There are many possibilities, sometimes I love pictures with a small defect. Back to the original, I crop just a little and I keep the feet in the frame! And next time I’ll go to take the photo near the subject and if my place will be occupied by someone else, ok I’ll hear the music standing!

the saxophonist, with the feet!

Per favore non prendete troppo sul serio questo articolo, sono solo mie riflessioni sul come piccoli cambiamenti possono dare una percezione diversa partendo dalla stessa immagine. Se avete commenti, parliamone!

Please do not take this post too seriously: these are only my thoughts about smell changes which can give a different perception starting from the same imagine. And if you have comments, we can speak about!

20 thoughts on “Cropping the saxophonist !

  1. Credo che tutto si compia al momento dello scatto, é lì che é avvenuto lo scambio silenzioso tra oggetto e anima. E’ là soltanto che il cuore si é mosso ed ha costretto l’occhio e la mente a trovare qualcosa che prima non c’era. Dopo si ha la massima libertà di manipolazione, ma la fotografia non c’è più.

    • Grazie per aver lasciato un commento. Si, il momento dello scatto è “IL momento” . Ma a volte la magia non riesce e allora si prova ad evocarla in seguito…la fotografia (di prima) non c’è più ma (forse) nasce qualche cosa d’altro. Ci penserò, grazie ancora.
      robert
      PS: domani parto, quando torno visiterò il tuo blog con calma.

  2. Io cerco di non “croppare” l’immagine scansionata, ma di stare il più attenta possibile prima. Chiaramente non ci riesco sempre e di conseguenza, a volte, mi capita di dover tagliare/aggiustare l’immagine se questa presenta elementi che, secondo il mio modo di vedere, disturbano la composizione. Delle foto che hai postato io, ovviamente, gradisco quelle in 6×6. Specialmente quella in cui si nota la vignettatura. Chissà come mai…😉

    • Come già detto all’inizio ho sottovalutato l’impatto della 6×6 vignettata, credo proprio che quando tornerò fine settimana ci lavorerò un po’ meglio e proverò a stamparla. Anch’io cerco di non tagliare, al limite rifilo solo un pochino ma a volte un taglio giusto può salvare una foto che si presenta male. Non ho più fissazioni, sono flessibile (almeno cerco).
      robert

  3. Robert,
    sempre da apprezzare il tuo approccio sereno e ironico al tuo lavoro, senza il timore di mostrarti “nudo” (fotograficamente parlando🙂 ) agli occhi degli altri.
    Ricerca del piacere nell’atto del fotografare e non solo nel risultato ottenuto.
    Il gioco per il piacere di giocare e non solo per “vincere”.

    • Grazie Roberto, credo che fra i piaceri che la fotografia può dare ci sia quello del parlarne. Punti di vista differenti aiutano ad allargare i propri orizzonti e questo è sempre utile. Almeno dovrebbe.Il processo, il perchè si è arrivati a fare o scegliere una certa foto è importante, in modo particolare oggi in un momento in cui la tecnologia digitale incrementa a dismisura il numero delle foto fatte. Tra parentesi, hai notato che è quasi inesistente nei corsi di fotografia la parte editing? Certo sarebbe bello parlare di fotografia in modo rilassato di persona (magari seduti davanti alle foto e con una fetta di pane e salame da parte ) ma non è così facile come sembra. Non tutti hanno voglia di aprirsi e non capiscono che è solo aprendosi e comunicando (comunicare=mettere in comune) che si cresce, ci si evolve. Almeno, io la penso così.
      Per esempio io mi sono accorto dalle risposte in questo post di aver sottovalutato la scelta dell’immagine quadrata, ora ci penserò un poco e forse ne farò una stampa. Ciao e grazie per il commento.

      robert

  4. Un gioco istruttivo, una sorta di esercizio per vedere come cambia la percezione con piccole modifiche, utile davvero per riflettere sulle proprie scelte fotografiche! A istinto voto per la versione quadrata, ma anche quella verticale mi piace!

  5. Interessante articolo semi-serio. Fa capire, con ironia, come la fotografia non sia soltanto una mera rappresentazione della realtà, ma possa essere plasmata per trasmettere quello che il fotografo sente, immagina e, perché no, ricorda.
    PS. la mia preferita è la versione quadrata con vignettatura

  6. ….la 5 (vignetting) è la mia preferita, certo elaborata rispetto allo scatto originale, ma questa mi fa sentire anche la musica…..:-)

  7. Nei vari esempi che hai proposto i piccoli cambiamenti cambiano completamente la prospettiva della foto. In effetti la prima, che poi hai scelto come definitiva, ha i piccoli difetti che solitamente si creano quando si scatta in condizioni non ottimali, quindi un piccolo taglio non ci sta affatto male. Personalmente faccio sempre lo sbaglio di mettere il soggetto al centro, di regole ne capisco molto poco, scatto ad istinto lo ammetto, però cerco anche se mi è possibile di togliere gli elementi che spesso sono di disturbo, come i piedi degli spettatori nel tuo caso. Tra quelle che hai presentato io preferisco la terza (escludendo l’originale) , il taglio verticale in questo caso ha il soggetto ben evidente con uno sfondo che lo circonda come se lo avvolgesse totalmente, quasi a protezione, creando quasi una sensazione di infinito nel quale la musica del suo sax si espande.
    Ciao, buona giornata
    Patrizia

    • Ciao Patrizia, non so come ma questo tuo commento mi era sfuggito, dispiace. E’ interessante anche per me a un anno e mezzo di distanza rivedere queste foto e rileggere il tutto…è vero il taglio verticale lavora bene qui. Ma anche quello quadrato con un poco di vignettatura ti porta la musica dentro…
      ciao
      robert

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...