Printing, editing, sequencing: one more time.

Stampare, selezionare, fare sequenze: ancora una volta.

please scroll down for english text, thanks.

ws-11Come sempre quando siamo in fase di editing la mia casa si riempie di foto, ovunque. Simo ed io prenderemo parte in un workshop sulla preparazione di un libro fotografico. Tutto quello che segue lo scatto. E ci stiamo preparando, stiamo facendo i compiti a casa.  Io vorrei lavorare sul mio progetto del “migrante” (non ho ancora trovato un nome definitivo, per ora va bene così, ma se avete qualche suggerimento è benvenuto). Se seguite da poco tempo questo blog  notizie sul progetto le trovate le trovate in questo articolo e altre foto sono anche  qui, qui e la prima in questo post dedicato a Ramon J. Sender. E’ un progetto cui sono molto legato e per renderlo più personale ho fatto la scansione di vecchie foto di famiglia, contenute nella mia scatola magica🙂 e anche di alcune lettere scritte da mio papà a mia mamma nel tempo di guerra. Non ho ancora deciso come inserirle, ma farò delle prove.

ws-9

As always when in “editing time” our house is full of photos, everywhere. Simo  and I will take part in a workshop about the preparation of a photographic book. It is not the first time, but now there is a deeper involvement. It’s about all what is after the click. We are preparing ourselves, doing our homework. I would like to work on my “migrant project” (I have not yet found the final name for it, by now it’s ok like this but if you have any suggestion it’s welcome). If you follow my blog since a short time You’ll find infos about this project in this post, adn a few images here, here and the first photo in this post dedicated to Ramon J.Sender. For me this is a special project and in order to make it more personal I   scanned a few old family photographs I found in my magical box🙂 and some letters my father wrote to my mother during the war time. I have not yet decided how to use this material, but I’ll make a few trials.

ws-5Simo lavorerà principalmente sul “progetto  Praga”: l’idea per ora è di fare il dummy di un libro impaginando su una pagina la foto di una persona e sull’altra un paesaggio urbano oppure un dettaglio di questa bellissima città ricca di storia ed arte.

ws-4

Simo will work on the Prague project  the idea is to have on one page the photo of a person and on the other an hurban landscape or a detail of this beautiful town rich of history and art.

ws-6ws-8Ho già detto che per me l’editing delle foto è una fase molto importante del lavoro fotografico: questa volta dopo una prima selezione a monitor procediamo con delle piccole stampe che ci permettono di creare sequenze, accostamenti e valutare come le varie foto dialoghino fra di loro, possibilmente coinvolgendo chi guarda.

ws-1

ws-2I already said editing is for me a very important stage in  the photo workflow: this time after a first selection in front of the computer we proceed with small prints which allow us to make sequences, combinations and evaluate how various pictures talk together, possibly involving the viewer.

E per finire vi lascio indovinare che sono i personaggi di questa foto, che ha più di 60 anni. Si, lo so, lo hanno detto in tanti, sembra una bambina, ma…

And to finish I invite you to guess who are the two person in this photo, older than 60 years. Yes, I know it, many others already said, she resemble a little girl, but…

ws-12

9 thoughts on “Printing, editing, sequencing: one more time.

  1. I enjoy the editing process though I need to practise more so that I get faster and better at it. It’s remarkable how a small change in a sequence of images can make a big impact sometimes – all part of the fun!

  2. In the beginning there is an idea. At the end there is the “idea” in form of a book, or a box of photos, or an exhibition. And in between there is a lot of work! But I like it! When photography becomes a passion this is the way! Thanks for your comment!
    robert

  3. Wow, that is a lot of work! So interesting! I am very impressed with the project and plan to spend more time following this one, my friend.

  4. The editing process is what separates the good from the bad, and also can make or break a story no matter how many good pictures it contains. Fun to get a glimpse of your editing process, Robert. Good luck with both the project and the workshop.

    • Thanks Otto. It was an interesting experience. Great!
      robert
      PS: yes, editing is part of the photographic process. I’m surprised how many people do not like it and do not realize it is a way to increase the level of their own work.

  5. Che mega lavoro! Mi piace molto l’idea di accostare foto di persone e foto di luoghi cercando di unirle da un filo mentale. E sono molto curiosa di vedere come procede il tuo lavoro sul migrante…buon workshop ad entrambi🙂

    • Grazie Giorgia, il difficile è fotografare una città, specie se molto turistica senza cadere nei tanti cliché. Il lavoro sul migrante dopo quasi tre anni fra ripensamenti, pause ed altro si avvia alla conclusione. Sono curioso anch’io di vedere come! ciao
      roebrt

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...