Winter, snow, post processing…

Inverno, neve, postproduzione.          English text is below, thanks!

Sto lavorando alle mie foto della montagna, la mia fotografia lenta. Scansione e postproduzione del negativo. Solitamente faccio solo piccoli aggiustamenti. Nel caso di queste foto ho provato anche ad aggiungere una tonalità seppia che danno un’aria  di altri tempi. Come la vita nelle montagne. Ma anche un bianco e nero puro è interessante…sono indeciso. Voi cosa ne pensate?

val_badia_robert_1-6 val_badia_robert_1-6-2

I’m working on my mountain pictures, my slow photography. Scanning and post producing my negs. Usually I only make small adjustments. In the case of these pictures I tried to add an almost seppia tone to give an idea of “out of time”, old times. As it was the life in the mountains. But a pure B&W is also attractive as a photographer. I’m hesitant. And you, what do you think?

val_badia_robert_1-21 val_badia_robert_1-21-2Due parole sul mio processo di lavorazione: dopo lo sviluppo inizio con una scansione in definizione medio bassa del negativo che mi permette una valutazione e una selezione degli scatti. In questo caso faccio anche una rapida messa a punto di luci, contrasto, forse un leggero ritaglio. Scherma e brucia dicevamo una volta! Insomma quello che facevo tanti anni fa in camera oscura. Per farmi un’idea di come sarebbe la foto finita. E’ solo a questo punto decido quale scatto meriti veramente tempo e impegno per una accurata scansione e postproduzione per arrivare alla stampa finale, che potrà anche essere di piccole dimensioni ma dovrà essere ben  curata anche nei dettagli. Almeno nei limiti delle mie capacità!

A couple of words about my workflow: after development I begin with a low resolution scan of all the negatives which allows me a first evaluation and selection of the shots. In this case I also make a quick postproduction working on lights, contrast and maybe a slight crop.Dodge and burn we said once!  What I was used to do many years ago in the darkroom. Just to have an idea how the finished photo could look like. It’s only at this stage that I decide which shot does really deserve time and dedication for an high quality scan and post production to arrive at the final print, which maybe cab be small in the size but not in the quality, details included. Of course within the limitation of my ability!

val_badia_robert_1-30

val_badia_robert_1-30-2

Potete cliccare sulle foto per una visione migliore e come sempre i vostri commenti, critiche e suggerimenti saranno benvenuti. You can click on the photo for a better view and as always your comments, critics and suggestions are welcome.

14 thoughts on “Winter, snow, post processing…

  1. Ho votato bianco e nero.
    Poi ho pensato: chissà quanti errori (inconsapevoli) faccio lavorando da sola sulle mie immagini. Magari fin dalla fase di scansione dei negativi… Chissà quanti piccoli particolari andrebbero gestiti in maniera diversa e io non me ne accorgo! L’editing, questo rischioso sconosciuto!

    • Grazie, il B&N sta vincendo forte! Errori? non saprei, ma credo che in fotografia, come in altre espressioni visive o di comunicazione non esista il “corretto” e lo “sbagliato”. E non esiste la “perfezione”. Ma l’importante è fare, aver fatto quanto possibile pur con i limiti dei nostri mezzi e capacità per ottenere il massimo.
      E che questo ci dia soddisfazione🙂
      Ciao, robert

  2. So many choices these days but at least we are able to fiddle around and enjoy so many different versions of the one shot. Love the brilliant light through the B&W of the first and the faded sepia with all the detail of the mini-market, and the B&W contrast of snow and ice in the second. But then they all look good together in their sets!

  3. Il mio occhio preferisce il B/N ma la tua ultima foto in seppia non mi dispiace affatto. Tutte le foto di un rullino meritano considerazione pertanto, per quanto mi riguarda, scansiono tutto indistintamente e come dice Zalar, assolutamente niente PP.

    Buona serata e posta se puoi/vuoi anche le altre foto visto che sono foto di montagna e io sono un montanaro😉

  4. Io,per quel che riguarda la fotografia in bianco e nero,sono tradizionalista:sviluppo e stampa manuale…se devo condividerlo sul web semplicemente scansiono il negativo e basta,senza usare Photoshop.Mi sembra una forzatura insensata farlo,nel senso che snatura il bello dell’analogico.

    • Comprendo. E’ la via classica, quella più integra. Certamente una soddisfazione vedere apparire l’immagine nella bacinella dello sviluppo. Purtroppo ho rinunciato molti anni fa alla camera oscura. Un poco ti invidio🙂 Uno di questi giorni scriverò un post sulle motivazioni che mi hanno portato a scegliere questo workflow ibrido.
      ciao, robert

  5. Good photos/images.
    i like the comparison of “mini market”.
    in a way i prefer the rougher lok and tones to the final, too digital, clean and antiseptic.
    Both versions are good.Merely my thoughts and feelings.

  6. Wonderful images as always, Robert. And thank you for sharing your workflow. It’s the way I used to work as well – before the digital age. Unfortunately I only occasionally work with film these days – but I really like the quality. As for sepia or “pure” black and white, it really depends on the subject. For instance I prefer the black and white version of the first photo; it gives a more crisp and strong feeling, while for the last photo I am more attracted to the sepia version for the reason you provided, it gives an idea of “out of time”, old times. The middle photo I can go with both versions.🙂

    • Thanks Otto, your comments are always appreciated. Usually when hiking in the mountain I have with me a small Leica X1 which is small enough to stay under my wind jacket and has manual dials to control both aperture and shutter speed. And with its 36mm equivalent lens has an excellent quality. Shooting raw allows me to decide later if color or B&W. I had good results in converting the raw files to monochrome sepia tones. This year i decided different: took the old Nikon FM2 and B&W film. Intention was to go the sepia route, but in the family hotel where we stayed I saw so good real B&W photos that let me think about that way too.
      robert

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...