sometimes near, sometimes far

Qualche volta vicino, qualche volta lontano please scroll down for english text, thanks

Noi fotografi siamo tutti diversi, ognuno con le sue preferenze. Ognuno con le sue idiosincrasie. E questo è bello, rende la fotografia e il confronto più interessante.

We photographers are all different, each one with his preferences. Each one with his own idiosyncrasies. And this is good, it’s what makes photography and the debate interesting.

Ci sono fotografi che preferiscono far foto nel loro ambiente, nella zona dove vivono di solito. Il beneficio è di conoscere il posto, sapere come la luce cambia durante il giorno (perfino durante le diverse stagioni), se si fotografa l’architettura è possibile scegliere il momento migliore e se la foto non dovesse riuscire, a volte capita, non è un problema tornare e ripeterla, se si fotografa nella stessa zona le persone si abituano a vedervi con una macchina fotografica ed è più facile far loro un ritratto. Si ha il tempo per cercare gli scorci più interessanti nel momento migliore. Giocando con luci e ombre.

There are photographers who prefer to take photos in their surroundings, in the area where they usually live. The benefit is to know the place, how the light changes during the day (or even in different seasons), if shooting architecture it is possible to go to the place with the best light, if a photo does not work (it happens sometimes) it is not a problem to go back and repeat it, when photographing in the same area people get used to see you with a camera and it is easier to photograph them. There is time to look for the most interesting views in the best moments. Playing with light and shadows.

Altri fotografi sono invece più stimolati a fotografare lontano da casa, in viaggio o in ambienti molto diversi da quelli abituali. Paesaggi e culture differenti accendono la curiosità e questo aiuta a cercare immagini interessanti. La luce può essere molto diversa rispetto a dove si vive. Le persone si vestono, si pettinano, so atteggiano in altro modo. Le strade e gli edifici hanno forme e colori diversi.

There are other photographers who are more stimulated to photograph in new places with new landscapes and cultures, where the curiosity help them to look for interesting shots. The light can be very different than the light inthe place where they live. People dress up, comb their hair, and behave in other ways. Buildings and streets have different shapes and different colours.

Covid-19 mi ha costretto prima a fotografare solo in casa, e di quei giorni sta uscendo un buon piccolo libro!). Ora, avendo sospeso i viaggi che richiedono pernottamenti fuori casa fotografo nella mia città. E mi sono accorto che a volte anche portando una macchina fotografica quando vado dal fruttivendolo posso tornare a casa con qualche buona immagine. Basta allenare l’occhio!

Covid-19 forced me at first to photograph at home only (and about those days is arriving a good small book!) and now, having stopped all travel requiring to overnight away from home I’m forced to  photograph in my town only. And you know what? I discovered that even having a camera when I go to the greengrocer I can return home with a couple of good pictures. It’s enough to have a trained eye!

Per giocare un poco, che secondo me fa sempre bene ho corredato questo articolo con foto scattate nel mio quartiere, in altre città italiane e in paesi esteri, vicino e lontano. To play a little bit, which in my opinion is always useful I have accompanied this article with photos taken in my neighborhood, in other Italian cities and in a few foreign countries, so near, so far away.

E voi quando vi sentite stimolati a far qualche cosa di creativo? Quano siete a casa oppure in viaggio? E perchè? Sapete, sono curioso!

And how about you? When do you feel to be more stimulated to be creative? At home or when traveling? You know, I’m curious!

Se volete potete cliccare le immagini piccole per ingrandirle. E sapete già che i vostri commenti sono graditi!

If you like you can click the small images to enlarge them and you already know your comments are welcome!

 

 

10 pensieri su “sometimes near, sometimes far

  1. oh i love this post! every single picture! but especially the last one!
    we not only have Covid, but we have the smoke from the west coast fires
    these are dark times, and I’m very glad you can still take beautiful pictures xoxoxoxox

    • Thanks for your words Elaine. All the photos in the post have been taken before the covid pandemic. A few in Italy, a few in Germany and some in Norway. Which was taken where I leave with you to guess 🙂
      I’ll post in the next days part of a body of work I’m developing in my surroundings, keep you updated !

  2. Per me fotografare e immaginare sono una necessità quotidiana, una razione d’aria indispensabile per fare il respiro più importante. Per questo fotografo molto di più in mezzo alle stesse cose, nel piccolo spazio che mi circonda. Ma mi piace anche essere altrove, in luoghi e spazi sempre diversi, quando mi è possibile. Anche se il centro delle mie fantasie non è quasi mai il luogo in sé. Bella curiosità 😊

    • Quando vedo le tue foto ho sempre l’impressione di vedere più livelli, è come se oltre al livello visivo emerge quello del pensiero, dell’immaginazione. E allora vengo trasportato dentro, o meglio oltre quello che hai fotografato. A questo punto non è più importante se siamo vicini o lontani. Qualsiasi luogo è il nostro luogo, quello del fotografo e quello dell’osservatore.

      • È bellissimo ciò che dici, perché ritrovo tutto il mio approccio all’immagine, che tendo quasi sempre a riportare all’interno del mio piccolo mondo fatto di pensieri, in fondo la realtà è come la vediamo, in sé può anche non esistere, se non passa dallo sguardo, che talvolta la distorce, la semplifica. Il luogo fisico, stando così le cose, conta effettivamente poco…

  3. Same here in Germany, Robert: Traveling is not a good option in these times. But I have learned to embrace this, use my bicycle even more, and try to see and capture the beauty in mundane situations.
    Maybe this is the most important task for photography: embracing life and showing its attractiveness, even without photoshop or instagram filters.

  4. molto belle le foto del post.
    creativa io? credo costantemente perché basta allenare l’occhio (a vedere meglio i colori, a notare i gatti sotto le automobili, le erbe che spuntano ai lati del marciapiede), l’orecchio a sentire il rumore del vento, degli uccellini, dei corvi, dei gabbiani, delle voci, l’odorato… e tanto altro. Insomma, essere creativi è un modo per vivere a pieno 😉

    • La creatività ci aiuta a vivere più intensamente, che bello! IAnche se a volte la creatività è faticosa, meglio è imopegnativa.
      Io ho avuto la fortuna di aver avuto parte del mio lavoro legata ad un atteggiamento creativo e anche di aver potuto frequentare persone molto creative.
      E …non avevo dubbi sulla tua creatività 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.