Informazioni su robert quiet photographer

sagittario, vivo in Italia e mi sento Europeo. sagittarius, Living in Italy and feeling European. Photography and visual arts are in my hearth.

When I do not blog…

Quando non scrivo sul blog…     scroll down for english text, thanks

C’è stato un lungo periodo nel quale il blog è stato silenzioso, un poco perché avevo bisogno di uno stacco e un poco perché  ero impegnato in altre cose. Avevo promesso di parlarne. Di raccontare cosa ho fatto, e tuttora faccio quando il blog è silente. Eccoci!

There has been a long time when the blog was silent, because I needed a break and because I was busy in something else. I promised to tell you about. To tell you what I did and what I still do when the blog is silent. Here we are.

Il mio tempo libero da impegni casalinghi e di famiglia è stato dedicato principalmente a tre attività: la preparazione del dummy per il mio lavoro sul wabi-wabi, il disegno (meglio. provare a imparare a disegnare!) e visitare mostre. Più qualche piccola escursione.

My free time (when not busy with family and the usual home works) has been mainly dedicated to three activities: the preparation of the dummy about my wabi-wabi work, drawing (better: learning to draw or at least trying to!) and I also visited a few exhibitions. And some short trips.

Oggi racconterò qualcosa sulla mia esperienza  con il  disegno. Anzitutto il tempo.  Si perché per fotografare un  piatto di frutta basta una frazione di secondo, forse 1/125 sec, o al massimo qualche secondo se come nella foto di sinistra si impiega una macchina con il foro stenopeico al posto dell’obbiettivo. Diciamo che si può anche tenere conto del tempo per preparare il soggetto, sistemare le luci, cercare l’inquadratura. Ma sono sempre tempi limitati.

Today I’ll say something about my experience in drawing. Before anything: time. Yes, because to make a photo of some fruits you only need a fraction of second, maybe 1/125 sec, or a few second as with the photo on the left side it is made with a pinhole camera (which is a photo camera with a small hole instead of a lens) . Than we must add the time to prepare the subject, to arrange the lights, to look for the desired framing. But these are not too long in most of cases.

Invece, specialmente se si è un vero principiante per disegnare una composizione di frutti occorrono ore. E magari alla fine si scopre che il risultato non è quello voluto e si deve rifare tutto!

But, specially when you are an “absolute beginner” as I am, to draw or paint a composition of fruits you’ll need hours. And it is possible that at the end you discover that you do not get what you wanted and you should do everything again. 

Ma quando riesci e vedi il tuo lavoro finito la soddisfazione è grande! Io sono solito appuntare i miei disegni con piccole calamite  sulla libreria metallica del soggiorno (lo faccio anche con le foto) e guardandoli alla fine scopro i difetti, gli errori e dove correggerli.

But when you manage it and you see your finished work the satisfaction is great! I’m use to hang my drawings with small magnets on the metallic shelves in the living room (I do it with my pictures as well) and looking at them I discover the mistakes, the problems and where to improve.

Imparare a disegnare richiede dedizione, tempo, volontà. La passione spinge a fare questo. Ma secondo me per imparare bisogna anche divertirsi, rilassarsi.  Io alterno disegni seri dove la guida del mio maestro mi aiuta a superare le difficoltà a cose più divertenti che faccio nei ritagli di tempo. E allora mi piace “giocare” con i colori. C’è qualche cosa di più divertente che giocare con i colori?

To learn to draw requires dedication, time, will. The passion helps in this. But, in my opinion it’s also necessary to have fun, to relax. I alternate serious drawings where the guide of  my teacher helps me to overcome the difficulties with more pleasant things for the free moments. Than I like “to play” with colours. Is there anything more fun than playing with colours?

Non sono ancora in grado di eseguire un disegno tutto mio, e allora cerco ispirazione nel lavoro di artisti che apprezzo. Libri, fotografie, cartoline, cataloghi di mostre sono spesso un buon punto di partenza. Negli ultimi giorni, forse stimolato dalla luce della primavera cha sta arrivando (anche se domani dovrebbe piovere!) ho trovato ispirazione in Matisse che ovviamente interpreto a modo mio!

I’m not yet able to make a “my own” drawing, therefore I look for inspiration in the works of artists I like. Books, photos, postcards and catalogs from exhibitions are oft a good starting point. Lately maybe because of the light of the spring around here (even if tomorrow rain is forecasted!) I feel inspired by Matisse, whose work of course I do in my way!

 

C’è un piacere sottile nell’avere in mano una matita, e  ascoltare il suono  della punta che scorre  sulla carta mentre lentamente si materializza il disegno. E’ molto rilassante dovreste provare per credere! Penso che quando si disegna vengano attivate zone particolari del nostro cervello e si è assorbiti completamente in quello che stiamo facendo, dimenticando pensieri e preoccupazioni varie.

There is a subtle pleasure in keeping a pencil in your hand and listen to the sound of the tip on the paper when slowly the drawing takes form. It’ s really relaxing, try it to believe! I think when we are drawing specific areas of our brain are activated and we are totally immersed in our activity forgetting troubles and other daily thoughts.

Copying Steinlen (trying too!).

Ora mi sto concentrando sulla matita: è uno strumento semplice, facile da portare in giro, espressivo (sapendolo usare). Un paio di matite, un temperino, una gomma possono essere sufficienti per esprimersi. Ho anche una vasta gamme di matite colorate, acquarellabili e non ma sto sperimentano un approccio minimalistico: una scatoletta metallica con poche matite e cercare di trarne i colori che desidero. Vedremo come funzionerà!

I’m now practicing pencil: it’s a simple tool, easy to bring around and very expressive (if you are able to use it, I have still a long way in front of me!). A couple of pencils, a sharpener, an eraser can be enough. I also have a large range of colors pencils, pastels, watercolor pencils but in these days I try to work with a minimalistic set: only a tin box with a few colours and the challenge to get the colours I desire. Perhaps it works!

Fotografia e disegno: sembrerebbe naturale che io mi ispiri alle mie foto per i miei disegni. Invece mi è difficile. Credo dipende dal fatto che la mia visione sia diversa nei due casi. I soggetti che mi interessano fotograficamente non mi interessano come disegno. Per ora ho fatto un solo tentativo con una foto dal progetto wabi-wabi. Ma di questo parleremo un’altra volta.

Photography and drawing: it seems natural that I get inspiration from my photos when I draw. But I find it difficult. I believe it depends that my vision is different in the two cases. What I find interesting from a photographic point of view doesn’t get my attention for a drawing. Actually I only made one attempt with a picture from the wabi-wabi project. But we’ll speak about this next time!

E voi avete passioni che si intrecciano? Ascoltar musica e danzare, guardare film e leggere romanzi, passeggiare nella natura e….

How about you? Do you have passions which cross themselves? Listen to music and loving to dance, watching movies and reading romances, walking in the nature and…

Come sempre suggerisco di cliccare sulle foto per una visione migliore. E sappiate che i vostri commenti, suggerimenti e critiche sono sempre benvenuti. Un blog è anche uno strumento per comunicare e scambiarsi idee. Grazie!

As always I suggest to click the images for an enlarged view. And you should already know that your comments, suggestions and critics are welcome. The blog is also a tool to communicate and exchange ideas. Thanks!

 

 

 

 

Fridays for future, thanks Greta

Fridays for future, grazie Greta        please scroll down for english text, thanks

La strada: spesso c’è una strada nelle mie foto. E nei miei pensieri. La strada dei miei viaggi, la strada della mia vita, la strada della vita di tutti noi. I giovani che manifestano per l’ambiente ci ricordano che è già tardi, la nostra casa brucia, è ora di agire per preservare madre terra.

E allora se non lo abbiamo già fatto iniziamo a pensare a quale strada vogliamo seguire, quale futuro desideriamo. E dopo facciamo qualche cosa, iniziando dai piccoli gesti.

The road: there is frequently  a road in my pictures. And in my thoughts. The road from my trips, the road of my life, the road of the life of we all. The young people who demonstrate for the environment remind us it is already late, our house is in flames, it’s time for actions to protect our earth.

So if we have not yet done it we should start to think which road we desire to follow, which future we want. And than let’s do something, starting from the small daily gestures.

Strade semplici, facili, pericolose, solitarie, confuse, condivise, rischiose, immaginabili… Avete pensato quale strada vorreste seguire, al vostro rapporto con la Madre Terra e la natura?  

Simple, easy, difficult, confused, solitary, shared, risky, imaginable…Did you think which road would you like to follow and about  your relationship with Mother Earth and the nature?

Come sempre potete cliccare sulle foto per vederle ingrandite e sapete già che i vostri commenti sono benvenuti, grazie.

As always you can click the images for an enlarged view and you already know your comments are welcome.

 

Spring is around, I love the winter !

La primavera è attorno, io amo l’inverno !        please scroll down for english text.

E’ vero, il blog è stato fermo a lungo. Avevo bisogno di una pausa. Ho anche fatto tante cose che hanno richiesto tempo. Ne parleremo nei prossimi articoli.

It’s true, the blog didn’t progress for a long time. I needed a pause. I have been busy as well with many things requiring time. We’ll speak about that in the next posts.

Val Badia                                                                                                             photo rkr©2019

Ora il tempo è sempre un poco pazzo, un giorno più di venti gradi e quello dopo a malapena si arriva a cinque. D’altra parte si dice marzo pazzerello!  In ogni caso è chiaro che la primavera sia alle porte. E allora io desidero celebrare l’inverno che a me piace tanto (solo qualche mese) ed è in partenza con qualche altra immagine.

Val Badia, jan 2019                                                                                               photo rkr©2019

The weather is now unpredictable, one day we have 20°C and next day the  temperature doesn’t reach 5°C (68-41 F). Where I live we say March is a little bit crazy! Anyway it’s clear spring is coming. Therefore I desire to celebrate the winter which I like so much (only a few months) with some additional photo.

 

Forse qualche passeggiata sulla neve quest’anno riuscirò ancora a farla! Altrimenti…benvenuta primavera 🙂

Maybe I’ll manage to make some more walk or hike on the snow! Otherwise…welcome spring!

Come sempre suggerisco di cliccare sulle foto per una visione migliore. E sapete che commenti e suggerimenti sono benvenuti! Grazie 🙂

As always I suggest to click the images for a better view. And you know that comments and suggestions are welcome. Thanks 🙂

 

Winter road in the Alps

Strada nelle Alpi, inverno

Abbiamo trascorso qualche giorno nelle Alpi, era freddo e molto bello. Amo l’inverno.

We spent a few days in the Alps, it was cold and so nice. I love wintertime.

E a voi? Piace il silenzio dell’inverno o preferite i suoni delle sere d’estate?

How about you? Do you like the silence in winter or do you prefer the sound of the summer nights?

 

January27th, Day of Memory

27 gennaio, giornata della memoria

Dovremmo fermarci a pensare come tutto ciò iniziò.

We should stop and think how everything started.

Max Liebermann, era un celebre pittore berlinese esponente dell’ Impressionismo tedesco cui il regime nazista proibì di dipingere ed esporre in quanto ebreo. Alla vista dei nazisti che entravano dalla porta di Brandeburgo commentò  “La mia voglia di vomitare è superiore alla quantità di cibo che riesco a digerire” in tedesco “Ich kann gar nicht so viel fressen, wie ich kotzen möchte“. Max morì nel 1935 ed è sepolto nel Cimitero Ebraico di Prenzlauer Berg a Berlino. Fosse solo per il coraggio nel pronunciare quelle parole, la sua tomba merita un omaggio. Il cimitero rivestito di edera è particolarmente tranquillo, andateci. Gli uomini devono coprirsi il capo.

Max Liebermann was famous a painter who contributed to initiate the German School of Impressionism. As a Jew he was forbidden by the Nazis to paint and his work was removed from museums.  While watching the Nazis celebrate their victory by marching through the Brandenburg Gate, Liebermann  commented: “I cannot eat as much as I would like to vomit”, in german “Ich kann gar nicht so viel fressen, wie ich kotzen möchte” . Because of the courage in pronouncing these words his grave should be visited. The cemetery, full of ivy and peace is a very quiet place, please go. Men must cover their heads.

Free Hugs, reloaded

Abbracci gratis, reloaded

Il 21 gennaio è la Giornata Internazionale dell’Abbraccio. Abbracciare qualcuno fa bene. E allora riposto questo articolo…
Jan 21st is the Worldwide Hugs Day. To hug somebody is good for both. Therefore I reload this post…

the quiet photographer

Abbracci gratis                                                 for a short english text scroll down, please.

free hugs, photo rkr ©2013 free hugs, photo rkr ©2013

A volte i tempi sembrano difficili, un sorriso ed un abbraccio possono aiutare.

free hugs, photo rkr©2013 free hugs, photo rkr©2013

Sometimes it seems we experience hard times, a smile and a big hug can help.

febbraio_2013-35

View original post

Gais, I have been there!

Gais, ci sono stato!

Ho già scritto che mi piacciono piccoli posti, lontano dalle zone turistiche e con quell’atmosfera un po’ fuori dal tempo. Uno di questi posti, scoperto un poco per caso è Gais agli inizi della Valle Aurina.

I already wrote I like small places, far away from touristic areas and with a mood to be out of time. One on these places I recently found is called Gais, at the beginning of Aurina Valley.

Credo che tornerò per approfondire la mia conoscenza di questo piccolo villaggio.

I believe to go back in oder to better know this small village.

Commenti, suggerimenti e critiche sono benvenuti e non esitate a cliccare sulle foto per una visione ingrandita. Grazie.

Comments, suggestions and critics are welcome and do not hesitate to click the photo for an enlarged view. Thanks.