A red T shirt

Una maglietta rossa                   please scroll down for english text, thanks.

E’ un semplice schizzo, una maglietta rossa. Rossa come i pigiamini dei bambini annegati qualche giorno fa davanti alle coste della Libia. Rossa come la maglietta del piccolo Aylan Kurdi ritrovato senza vita tre anni fa su una costa turca. Di rosso vengono vestiti dalle loro madri i bambini che si apprestano ad attraversare il Mediterraneo nella speranza che in caso di naufragio il rosso richiami l’attenzione dei soccorritori.

Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità. Anch’io la vesto oggi seguendo l’invito di Don Ciotti. E voi?

It’s a simple quick sketch. A red T-shirt. Red like the small pajamas of the children who died drowned in front of the Libyan coast a week ago. Red like the T-shirt of the small Aylan Kurdi, found dead three years ago on a Turkey shore. Red is the color mothers choice for their children when approaching to cross the Mediterranean Sea with the hope in case of a shipwreck this color can be more visible to the rescuers.

A  red T-shirt to stop the hemorrhage of humanity. I wear a red T-shirt too today. How about you?

 

Painting or drawing? Or making photographs?

Dipingere o disegnare?  O fare fotografie? please scroll down for english text, thanks.

E’ da tempo che accanto alla fotografia il mio interesse si è rivolto al disegno e alla pittura. E non è semplice, imparare richiede tempo. Per fotografare una bottiglia è sufficiente 1/125 di secondo (più il tempo per sistemare il set, luci e sfondi) ma per disegnarla o dipingerla ne serve molto di più, e a volte alla fine ci si accorge che il risultato non è soddisfacente e sarebbe meglio rifare tutto.

Inspired by Cezanne…

Specialmente nel mio caso, sono un principiante assoluto!

Since a long time  beside photography I’m very interested in drawing and painting. It’s not simple, the learning curve is long and much time is required. To photograph a bottle 1/125 sec. is enough (plus the time to prepare the set, adjust the lighting, the background and similar) but to draw it much more time is needed and maybe at the end you realize you work is not as expected and it would be better to start again a new one.

Of course this specially applies to me as an absolute beginner!

david, pencil

A volte amo fare disegni seri, impegnativi. E allora nel mio caso un buon  maestro è di grande aiuto. E con un po’ di sforzo (un po?? magari solo un po’ 🙂 ) arrivo a fare  qualche cosa di interessante. Dicevo un buon maestro, impegno e tanto tempo. Riprodurre da una fotografia prima a matita e dopo a sanguigna il capoccione del David mi ha impegnato per circa un trimestre! Ma saper disegnare è la base anche per quei lavori dove il disegno esatto non serve. Credo sia così!

david, sanguine

Sometimes I love to draw seriously, with  dedication. And in my case a good teacher is of great help. And  putting a little bit of effort in it (a little bit? I wish it were just a little 🙂 ) I manage to produce something interesting. So, a good teacher, dedication and a lot of time. To reproduce from a picture the “big head” of David first using a pencil and later with sanguine took me three months! But learning to draw is in my opinion the basis also for works which do not requires it.

Ma questo dovrebbe essere essenzialmente un blog di fotografia e vi chiedete cosa ci azzecchino questi pensieri. E’ semplice, o forse no, disegno o pittura e fotografia sono attività diverse ma anche con molto in comune. Mi ci ha fatto penare un amico che recentemente mi ha chiesto appunto cosa avessero in comune e quale io preferissi. Potrei dare una risposta semplice ma preferisco prendere l’occasione per rifletterci e parlarne con voi.

Un pensiero per finire:  un semplice schizzo può essere ricordo di un particolare momento in un certo posto…visto tempo dopo ci fa ringiovanire! Non male, vero!

lunch time, a pub

But this should be a blog about photography and you could ask why there are these thoughts. It’s simple, or maybe not, drawing or painting and making photographs are very different activities but also share many aspects. It was a friend who recently asked me what did I find they share and which one do I prefer. I could give a simple answer but I prefer to take this opportunity to think about a discuss my thoughts with you.

One thought at the end: a simple sketch can be a fond memory  of a good moment in a particular place…seen later it can let us feel younger! Not bad, isn’t it?

seaside

 

La prossima volta parlerò di qualche altro aspetto, se avete commenti, idee o suggerimenti su quanto scritto sappiate che sono sempre graditi. E se volete potete cliccare le immagini per ingrandirle 🙂 grazie a presto

Next time I’ll examine other aspects, if you have comments, ideas or suggestions about what I wrote they are wellcome. And if you desire you can click the images to enlarge them 🙂 thanks, see you soon!

 

 

 

 

More left hand drawings

Ancora disegni con la mano sinistra

Nel mio percorso di recupero dal recente incidente continuo a fare, meglio a provare a fare disegni con la mano sinistra! Sempre ispirato a Modigliani.

On my path to recover from the recent accident I still draw, or better said try to draw with my left hand! Always inspired by Modigliani.

 

Drawing with my left hand

  1. Disegnando con la mano sinistra

Gli amici sanno già che amo le Polaroid. E che amo il disegno. E allora per la serie daily life vita di ogni giorno propongo questa polaroid, sono io con il mio primo disegno realizzato con la mano sinistra!

rkr©2018

Friends already know I love Polaroids. And I love drawing. So today for the daily life series I’m working on there is this Polaroid: yes, it’s me with my first drawing made with my left hand!

Ma perché disegnare con la mano sinistra? Semplicemente perché per un banale incidente mi son rotto il braccio destro e non posso utilizzarlo per qualche tempo. E allora ho deciso di far di necessità virtù e un dipinto di Modigliani mi è sembrato il soggetto adatto a questo tentativo.

But why to draw with my left hand? Simply because due to a banal accident I broke my right arm and for a short time I cannot use it. Therefore I decided to transform the inconvenient in a opportunity to try something I never did before and a painting by Modigliani was the subject for this attempt.

 

 



Short break without photo but…

Una breve pausa senza foto ma…               please scroll down for english text, thanks

Camminare in un bosco, con una macchina fotografica a tracolla o nello zaino è bello. La tranquillità, il silenzio, la luce senza dubbio sono fonti di ispirazione.

Walking in the wood with a photo camera around the neck or in the backpack is nice. The quiet, the silence, the light are without any doubt great sources of inspiration.

val_badia_aug_15-134

Ma a volte in queste mie piccole vacanze decido di non prendere con me  macchine fotografiche, in caso ho sempre l’i.phone per qualche interessante istantanea. Allora porto con me le mie matite e un blocco di carta. Il percorso per imparare a disegnare è lungo, sono solo un principiante, un assoluto principiante…

disegno-1-2

But sometimes during my short vacations I  decide to bring with me no cameras but my pencils and some paper, in case of need there always is the i.phone for any interesting snap.disegno-3-2 The road into learning to draw is long, I’m a beginner, an absolute beginner…

A volte scatto un’immagine con l’i.phone e poi con calma cerco di interpretarla nel disegno, può essere un paesaggio, l’interno di un pub…a volte servono più tentativi per avvicinarmi alla mia idea visiva…

Sometimes it is a quick snap from the i.phone which I later try to render by drawing, it may be a landscape, the interior of a pub, the house where we stay…sometimes more attempts are necessary to reach my visual idea…

In montagna quando il tempo è bello si cammina, ma se piove si rimane in casa e allora si può fare esercizio…esercizio, esercizio, esercizio dice il mio maestro…

When in the mountains and the weather is good you can walk but if it rains you have to stay home than it is a good opportunity to practice…practice, practice says my teacher…

 Come sempre potete cliccare sulle foto per ingrandirle ma abbiate pazienza, prima o poi imparerò a disegnare 🙂

As always you can click on the photos to enlarge them but please be patient sooner or later I’ll learn to draw 🙂

Time to hurry up and get moving !


Tempo di sbrigarsi e darsi una mossa!  
please scroll down for english text, thanks.

2014_08-228

Se seguite questo blog da un po’ di tempo avrete notato un cambio di passo nella pubblicazione degli articoli. Molte volte mi sono limitato a una foto con poche parole. Non ho parlato dei miei progetti, delle mie idee fotografiche, degli autori che mi piacciono o delle mostre visitate.

If you follow this blog since a long time you’ll have noticed a recent slow down of the activities. Sometimes I only post a photo with a few words. I didn’t speak anymore about my projects, my ideas, the authors I like or the exhibitions I visited.

Essenzialmente per due ragioni: la prima sono stati  i lavori in corso per vuotare e mettere a posto la casa di mio suocero (di lui ho parlato qui) e la seconda è stato un piccolo problema di salute, piccolo ma inquietante quanto bastava per togliere quella serenità necessaria per pensare e scrivere cose più complesse.

Essentially there were two reasons: the first was the works in my father in law house  (I spoke about him here) and the second was a small health problem, small but disturbing enough to take away from me that amount of serenity necessary to write deeper pieces.

Ora i lavori sono a buon punto e dopo qualche esame (non piacevole!) il problema di salute è stato identificato, non è grave e richiede solo un poco di attenzione nel mangiare. In altre parole la lista di quanto consentito diventa più corta e quella dei cibi proibiti diventa più lunga! Piccolo quiz per voi: indovinate i miei cibi preferiti in quale lista sono?

Now the works are almost done and after a few clinical examination (not nice ones!) the health problem has been identified, it is not bad and only requires a little more attention in what I eat. In other words the list of what I’m allowed to eat is getting shorter, the list of what is forbidden is now longer. Let’s try a small quiz for you:  guess in which list is my preferred food?

Ritrovata la tranquillità interiore posso occuparmi meglio del blog.

With more interior serenity now I can take care of my blog.

20140614-144829-53309678.jpgQuando ero ragazzo trascorrevo l’estate al mare in liguria, si quel mare che ho tentato di disegnare qualche mese fa e che avete già visto in questa foto. Alla fine dell’estate si tornava in città e ricominciava la scuola. Da allora la fine dell’estate per me è il momento di fare programmi, fare propositi, darmi un’agenda e iniziare a lavorare.

When I was a boy I was used to spend the summer at the sea, yes that sea I tried to draw a few month ago and that you have already seen in this photo. At the end of the summer we went back in town and the school began. Since that time for me the end of summer is the moment to evaluate things done, make programs and formulate intentions, prepare an agenda and start to work.

walking in the water

Progetti: una priorità è portare a termine il mio progetto “migrante”  (per chi mi segue da poco ne ho parlato qui e qui). Le foto ci sono quasi tutte, l’editing in linea di massima è fatto, devo decidere le sequenze e il layout. L’idea è di preparare un  libro d’artista in pochissime copie su carta di pregio, una versione del  libro in piccolo formato e stampe per una mostra. Ne parleremo.

Projects: first priority is to complete my migrant story (who is following the blog since a short time I spoke about it here and here) . There are all the photos, editing has been done, now it’s about sequencing and deciding the layout. The idea is to prepare an”artist book” printed on special paper in very few copies, a small format book and the prints for an   exhibition. We’ll speak about it.

Propositi: visitare mostre, non solo fotografiche sarà un’altra priorità. Per mantenere viva la creatività. Come ha ricordato in questo post il fotografo e blogger Otto von Münchov la creatività secondo Steve Jobs consiste non tanto nel fare cose nuove ma nell’unire in modo nuovo i punti che si conoscono già. E allora bisogna sempre rifornirsi di questi punti stimolanti.

Mostre, film, spettacoli teatrali, conversazioni, libri sono un ottima fonte, meglio se frequentati e discussi con amici creativi.

Ultimamente ho riscoperto il piacere della fotografia istantanea: le immagini che ottengo hanno un sapore particolare, imperfetto ma che lascia spazio all’interpretazione. Continuerò a sperimentare ma nel frattempo vorrei trovare un progetto anche per questo tipo di fotografie.

imp_B&W_03_14005

sx 70 image on B&W Impossible film rkr©2014

Intentions: to visit many exhibitions, not only about photography is another priority. To keep alive the creativity. As the photographer and blogger Otto von Münchov reminded us in this post according to Steve Jobs creativity consists simply in connecting dots we already have. Therefore is very important to collect these dots.

Exhibitions, movies, theater shows, books, music are all excellent ways to collect them. Even better if shared with creative friends.

Lately I rediscover the pleasure of instant photography: the photographs I obtain have a special flavor, not perfect but with a lot of space for personal interpretation. I’ll go on to experiment but meanwhile I would like to find a project for this kind of photography.

pinholeday_13003

roses, instant pinhole photo , rkr©2014

 Un altro proposito non meno importante è quello di continuare i miei esercizi di disegno, fra poco le lezioni riprenderanno. Anche qui mi sono accorto che per impadronirsi della tecnica, passo necessario per poter poi liberare la fantasia è necessario esercizio, molto. La mia tabella prevede un paio di ore al giorno, almeno cinque giorni alla settimana. Oltre alle matite sto sperimentando l’acquarello che non è facile ma mi diverto a farlo! Mescolare i colori è un gran divertimento!

2014_09_rob-20

playing with colors !

Last but not least I’ll go on with my drawing study, in a couple of weeks lessons will start again. Here as well I realized that to own the technique, which is a necessary step in order to be able later to free the phantasy I need a lot of practice: now my time table say two hours daily, at least five times a week. I’m now  trying beside pencils watercolors: it is not easy, outcomes are still primitive but I enjoy it very much! Mixing colors is a great fun!

 Ci sarebbero altre cose da dire ma questo post è già abbastanza lungo. Sarà allora per la prossima volta, a presto e…diamoci da fare, qualsiasi cosa vogliamo fare 🙂

There are many other things to say but this post is already long enough. It will be for the next time, see  you soon and whatever you desire to do …get moving 🙂

Only pencils

solo matite
Piccola vacanza al mare. Senza macchina fotografica, senza computer, soltanto l’i.phone. E qualche matita con un blocco di carta. Per fare una foto può bastare un centoventicinquesimo di secondo. Ma per un disegno…

Short holiday at the sea. Without photo cameras, without computer (only the iPhone ).A few pencils and a block of paper. Simply. To take a photo 1/125 sec can be enough, but for a drawing…

20140614-144829-53309678.jpg