2020, the end and now …

2020, la fine e adesso…

Alla fine di quest’anno così faticoso è difficile crivere qualsiasi cosa. E allora proviamo soltanto a farci gli Auguri per un Buon Anno Nuovo.

At the end of this exhausting year, it is difficult to write anything. So let’s just try to wish each other a Happy New Year.

Certamente il 2021 potrà essere  meglio se solo tutti noi faremo la nostra parte per renderlo migliore, mascherine, distanza, vaccini, cura per i più deboli. Non aspettiamoci miracoli, siamo noi a dover farlo diventare un buon anno. Coraggio, diamoci da fare!

Certainly 2021 can be better if only we all do our part to make it better, masks, distance, vaccines, care for the weakest. Let’s not expect miracles, we are the ones who have to make it a good year. Come on, let’s get on with it!

Auguri ! Best Wishes !

Ci vediamo l’anno prossimo 🙂 See you next year 🙂

 

2020 Christmas

Natale 2020

Caro Gesù Bambino, quest’anno sei un poco solo, con papà, mamma e due pecorelle. I pastori sono in lockdown e anche la gente del villaggio non può venire a trovarti. Ma se guardi bene ti accorgi che non sei proprio solo perchè noi ti vogliamo tutti bene. E quando tutti si vogliono bene tutti si sentiranno meno soli.

Dear Baby Jesus, you’re a little lonely this year with daddy, mommy and two little sheep. The shepherds are in lockdown and even the people in the village can’t come to see you. But if you look closely you realize that you are not really alone because we all love you. And when everyone loves each other everyone will feel less lonely.

A tutti auguro un

I wish you all a

Buon Natale, con serenità e salute.

Merry Christmas with serenity and health

E vogliamoci tutti bene in queste giornate scure, basta un sorriso per illuminarle 🙂

And let’s all love each other in these dark days, a smile is enough to brighten them up 🙂

PS: l’acquarello l’ho fatto io, ispirandomi al lavoro del pittore ladino Lois Irsara. Abbiate pazienza, sono un principiante assoluto!

PS: I did the watercolor, inspired by the work of the ladino painter Lois Irsara. Be patient with me, I’m an absolute beginner!

Hi Santa !

Hi Babbo Natale!

Ciao Babbo Natale, oggi sono uscito di casa per una piccola passeggiata finchè si può e non lontano da casa mia ti ho visto su questo palazzo,  solo soletto e anche un poco triste. Certo dovresti essere in giro con la tua slitta insieme agli elfi e invece niente. Ci sono tanti divieti, non si può andare dove si vuole e peggio ancora è pericoloso stare con chi si vuole, ti capisco.  Sai, in questo strano anno siamo tutti un poco soli e tristi.

Hi Santa Claus, today I left the house for a little walk so long we are allowed to do it and I meet you not far from my house on this building, alone and a little sad. Of course you should be out with your sleigh together with the the elves and instead nothing. There are so many prohibitions, you can’t go where you want and even worse it’s dangerous to be with whom you want, I can understand you. You know, in this strange year we all feel a little lonely and sad.

Ma tu che hai portato tanti regali ai bambini e anche qualche libro di favole dovresti sapere che Hans Christian Andersen ha detto una volta che anche dopo la notte più buia viene il giorno. E quel giorno potremo fare una cosa che ci manca moltissimo: abbracciare una persona cara! O anche semplicemente abbracciare qualcuno!

But you who have brought so many gifts to children and even a few storybooks should know that Hans Christian Andersen once said that even after the darkest night comes the day. And on that day we will be able to do something we miss so much: to hug a loved one! Or even easier to hug somebody!

Non ti chiedo regali quest’anno. Per me il regalo è di essere ancora qui, insiema a mia moglie, di non aver perso persone care, parenti o amici. Di provare una piccola gioia tutte le mattine quando mi sveglio e non ho tosse o febbre. E allora dico grazie, un altro giorno davanti a me.

I’m not asking for gifts this year. For me the gift is to still be here, together with my wife, not to have lost loved ones, relatives or friends. To feel a little joy every morning when I wake up and don’t have a cough or a fever. And so I say thank you, another day ahead of me.

Nella foto centrale c’è una stella  sul piccolo albero ed  è fatta con carta e fil di ferro! Ed ha la mia età! E’ stata regalata ai miei genitori da una coppia di loro amici quando sono nato io, due settimane prima del Natale. E’ un oggetto povero, non c’erano molti soldi in giro quell’anno poco dopo la guerra ma per me è molto caro.

In the photo in the middle there is a star on the little tree: it is made out of paper and wire! And it’s my age! It is a present which was given to my parents by a couple of dear friends when I was born, two weeks before Christmas. It’s a poor item, there wasn’t much money around that year shortly after the war but it’s very dear to me.

E allora caro Babbo Natale, anche se siamo un poco soli proviamo a sorridere per portare un poco di serenità attorno a noi. Io ho saputo che sei stato vaccinato e proverai lo stesso a portare i doni a tutti i bambini. Bravo!

So dear Santa Claus, even if we are a little lonely, let’s try to smile to bring a little serenity around us. I have heard that you have been vaccinated and you will still try to bring gifts to all the children. Bravo!

Come sempre vi suggerisco di cliccare sulle foto per vederle meglio e vi invito a lasciare un vostro pensiero, commento o suggerimento. Saranno molto graditi, grazie!

As always I suggest you click on the photos to see them better and I invite you to leave your thoughts, comments or suggestions. They will be very appreciated, thanks!

 

 

 

 

On my desk

Sulla mia scrivania

Anni fa avevo questo piccolo presepe sulla mia scrivania. Inquadrato in un primitivo torchietto fotografico di mio papà. Si, la fotografia è sempre stata presente in famiglia e  qualche ricordo nell’aria c’è sempre.

Years ago I had this small nativity on my desk. Framed in a primitive photographic tool from my father. Yes, photography has always been in our family and a few  memories always around…

E voi? Avete per Natale qualche pezzo che faccia nascere ricordi lontani?

And you? Do you have any piece for Christmas that bring back distant memories?

 

Work in progress

Lavori in corso

E’ una foto di qualche anno fa, il 2012. Noi abbiamo ancora il piccolo albero artificiale. Abitando in una zona urbana densamente popolata preferiamo non “uccidere” un albero vero. Quasi tutte le decorazioni le ho da quando ero bambino. Anche la scatola di cartone sulla quale mia mamma scrise “albero di Natale” è di quel tempo. La capra invece è più recente!

I ricordi sono nell’aria 🙂

it’s a photo from 2012. We still have the same small artificial tree. Living in an highly populated urban area we prefer not to “kill” a real tree. I have most of the decorations since when I was a child! The same is for the cardboard box on which my Mom wrote “Chistmas tree”. The goat is more recent!

Memories are around 🙂

Today, a new page

Oggi, una nuova pagina.

Oggi ho aggiunto al blog una nuova pagina, chiamata “My books, my zines” visibile nel menù sia sotto la foto di apertura sia nella finestra laterale. E’ un rimando ai miei lavori per chi fosse curioso di conoscerli. Chi mi segue da tempo sa che amo la fotografia stampata, fisica, tangibile! Con il suono delle pagine sfogliate!

Today I added a new page called “My books, my zines” to the blog, visible in the menu both under the opening photo and in the side window. It’s a cross-reference to my work for those curious about it. Those who have been following me for a long time know that I love photography when it is printed, physical, tangible ! With the sound of flipping pages!

Nei prossimi giorni farò alcune piccole modifiche al blog, continuate a seguire!

In the next days I’ll make a few small modification to the blog, keep in touch!

Sono giornate difficli, come difficile  è stato  quest’anno: e allora desidero concludere con un’immagine gioiosa, con l’augurio che allieti un poco tutti noi!

These are difficult days, as difficult as this year has been: and so I would like to conclude with a joyful image, with the hope that it will cheer us all up a little!

Come diceva H.C.Andersen anche dopo la notte più nera viene il giorno. Coraggio, resistiamo!

As H.C.Andersen said even after the darkest night comes the day. Come on, let’s resist!

A day a little…like this

Un giorno un poco…così

Queste sono giornate buie e opache sotto molti aspetti. Non sappiamo dove stiamo andando, almeno nell’immediato. La cosa peggiore è l’assefuazione al numero dei morti giornalieri di covid. E sapere che qualcuno pensa che tanto sono vecchi…

Those are dark and dull days in many ways. We do not know where  we are going, at least in the near future. The worst thing is the habit to the high number of daily covid deaths toll. And knowing that someone thinks they’re old anyway….

Nei giorni scorsi ho avuto qualche problema con il software foto che adopero, provvisoriamente  risolto, speriamo bene! Detesto trascorrere il mio tempo davanti a un monitor per trovare la soluzione a questo tipo di problemi, accidenti! E la famosa casa di software non è stata di grande aiuto!

In the past few days I had some problems with the photo software I use, temporarily fixed, hopefully! I hate to spend my time in front of a monitor to find the solution to this kind of problems, damn it! And the famous software house hasn’t been much help!

Eravamo rimasti al mio compleanno, ringrazio tutti coloro che mi hanno fatto gli auguri. Dopo aver fatto un altro giro attorno al sole e dopo più di nove anni di blog qualche riflessione è neccesaria. Mi piacerebbe ci fosse un poco più di interazione con chi legge, qualche “like” in meno e qualche commento in più. Mi rendo conto che molte delle persone che frequentavano il mio blog agli inizi sono migrate sui social. Qualche idea di rinnovamento c’è, stay tuned !

We were at my birthday, I thank all those who wished me well. After having made another trip around the sun and after more than nine years of blogging some reflections are necessary. I would like more interaction with those who read, a few less “like” and a few more comments. I realize that many of the people who frequented my blog in the early days have migrated to social media. I have a few ideas how to proceede, stay tuned!

Anche la mia fotografia necessità di qualche pensiero, la situazione di semi lockdown, di mancati incontri personali rende difficle portare a termine progetti iniziati. O almeno di uscire e fotografare per completare storie iniziate. Forse dovrei provare a concluderle con il materiale che ho in archivio. Ci penserò!

Even my photography needs some thought, the semi lockdown situation of missed personal encounters makes it difficult to complete projects I had started. Or at least to go out and photograph to complete stories that have begun. Maybe I should try to finish them with the material I have in my archives. I’ll think about it!

Oggi, 18 dicembre è la giornata Internazionale del Migrante. E’ un tema cui sono sensibile, non scriverò cose nuove ma se di questo e di altri progetti parlo in questo post.

Today, December 18th is International Migrant Day. It’s a topic I’m sensitive to, so I won’t be writing about new things, but I’ll talk about that and other projects in this post.

Attenzione: la foto di apertura è realmente così, non è un problema di software…

Attention please: the opening photo is really like that, it’s not a software problem…

Se avete commenti sono benvenuti ! If you have comments they are welcome!

 

 

 

for John, dreamer who died 40 years ago

per John, sognatore che morì 40 anni fa

Un musicista fotografato a Central Park durante la mia ultima visita a New York, nel 2014. Una foto con musica per ricordare John Lennon.

Amore, pace e musica…questo era il sogno di John. Un sogno che dobbiamo impegnarci a tener vivo. Per il bene di tutti noi, di questo pianeta così maltrattato. Proviamoci…

A musician photographed in Central Park during my last visit to New York City in 2014. A photo with some music to remember John Lennon.

Love, peace and music…this was John’s dream. A dream that we must strive to keep alive. For the good of all of us, of this battered planet. Let us try it…

E voi? And you?

2020, the first snow

2020, la prima neve

Amo le passeggiate in montagna, pestando la neve sotto gli scarponi. Quest’anno non sarà possibile e non sappiamo nemmeno quando sarà possibile. Ma la neve ha deciso di darmi una piccola gioia ed è arrivata nella mia città. Mi sono affacciato alla finestra e ho fotografato.

I love walking in the mountains, pounding snow under my boots. This year it will not be possible and we do not even know when it will be possible. But the snow has decided to give me a little joy and has arrived in my town. I looked out the window and took pictures.

In condizioni particolari bisogna imparare a reagire anche nelle piccole cose. E nelle proprie passioni. Io sto imparando a fotografare in casa, e da casa.

Under special conditions you have to learn to react even in small things. And in one’s passions. I’m learning to take pictures at home, and from home.

E voi cosa ne pensate? And you, what do you think about?

Come sempre potete cliccare sulla foto per ingrandirla. As always you can click the photo to emlarge it.

E i vostri commenti sono graditi 🙂 And your comments are much appreciated 🙂