Va pensiero, Giuseppe Verdi

“Nabucco” è una celebre opera di Giuseppe Verdi  ispirata al salmo 137, Super flumina Babylonis (Sui fiumi di Babilonia).

E’ stata presentata, per la prima volta, al Teatro alla Scala di Milano, il 9 marzo 1842.

Quest’opera parla della prigionia degli ebrei e della loro oppressione, ma questa oppressione era la stessa che Verdi vedeva per gli italiani prima dell’unificazione.
Il coro “ Va, pensiero…” è la preghiera che gli Ebrei rivolgono per la loro Patria.

“Nabucco” is a famous opera by Giuseppe Verdi inspired by Psalm 137, Super flumina Babylonis (On the rivers of Babylon).

It was presented, for the first time, at the Teatro alla Scala in Milan, on March 9, 1842.

This opera speaks of the imprisonment of the Jews and their oppression, but this oppression was the same oppression that Verdi saw for the Italians before unification.
The chorus ” Va, pensiero…” is the prayer that the Jews address for their homeland.

E allora ascoltiamo il Coro dell’Opera di Odessa cantare questo pezzo che parla do oppressione.

So let’s listen to the Odessa Opera Chorus sing this piece about oppression.


 

Thinking…Odessa Photo Days

Pensando…Odessa Photo Days

Sono giorni difficili per scrivere…per concentrarsi sulla fotografia…ma alla fine questo è un blog di fotografia…e allora provo…

Difficult days to write…to focus on photography…but this is a photography blog…therefore I try…

Come appassionato fotografo so che uno dei piaceri della fotografia è quello di visitare manifestazioni fotografiche, vedere lavori di altri fotografi e incontrare altri appassionati. E stare insieme.

As passionate photographer I know the pleasure to visit exhibitions and take part in meetings, to watch the works of other photographers meeting other people sharing the same passion. And spend time together.

Un fotografo mi ha mandato questo link degli “Odessa Photo Days”

Ho guardato il video su youtube. E ho pensato a quante di queste persone che condividono una passione, la stessa mia passione,  contente di stare insieme meno di un anno fa adesso stanno soffrendo, sono sotto le bombe, stanno vivendo una realtà incredibile. E forse oggi anzichè la macchina fotografica devono impugnare un altro strumento.

A photographer sent me this link “Odessa Photo Days”.

I watched the YouTube video and thought how many of those people sharing a passion, the same passion I have, happy to spend time together less than one year ago are now sufferng the war, the bombing, such an incredible reality. And maybe today instead of a photocamera need to use  a different tool.

In questi giorni la realtà di questo paese è ben diversa, come ci mostra la fotografa Kateryna Radchenko : https://fkmagazine.lv/2022/03/09/14-days-of-war/

The reality is now much different as the photogtapher Kateryna Radchenko show us in his work: https://fkmagazine.lv/2022/03/09/14-days-of-war/

Un amico mi ha ricordato questa canzone dalle parole importanti scritta e cantata dalla cantante dei Cranberries Dolores O’Riordan  che purtroppo ci ha lasciato troppo presto. 

A friend reminded me of this song with important words written and sung by the singer of The Cranberries Dolores O’Riordan who unfortunately left us too early.

http://thephotodays.org/en/stand-with-ukraine/

PS: in questi giorni sono senza il mio computer, abbiate pazienza se il blog presenta più imperfezioni del solito, grazie 🙂 in these days I’m without my computer, please be patient if the blog is more imperfect than usual, thanks 🙂