sometimes near, sometimes far

Qualche volta vicino, qualche volta lontano please scroll down for english text, thanks

Noi fotografi siamo tutti diversi, ognuno con le sue preferenze. Ognuno con le sue idiosincrasie. E questo è bello, rende la fotografia e il confronto più interessante.

We photographers are all different, each one with his preferences. Each one with his own idiosyncrasies. And this is good, it’s what makes photography and the debate interesting.

Ci sono fotografi che preferiscono far foto nel loro ambiente, nella zona dove vivono di solito. Il beneficio è di conoscere il posto, sapere come la luce cambia durante il giorno (perfino durante le diverse stagioni), se si fotografa l’architettura è possibile scegliere il momento migliore e se la foto non dovesse riuscire, a volte capita, non è un problema tornare e ripeterla, se si fotografa nella stessa zona le persone si abituano a vedervi con una macchina fotografica ed è più facile far loro un ritratto. Si ha il tempo per cercare gli scorci più interessanti nel momento migliore. Giocando con luci e ombre.

There are photographers who prefer to take photos in their surroundings, in the area where they usually live. The benefit is to know the place, how the light changes during the day (or even in different seasons), if shooting architecture it is possible to go to the place with the best light, if a photo does not work (it happens sometimes) it is not a problem to go back and repeat it, when photographing in the same area people get used to see you with a camera and it is easier to photograph them. There is time to look for the most interesting views in the best moments. Playing with light and shadows.

Altri fotografi sono invece più stimolati a fotografare lontano da casa, in viaggio o in ambienti molto diversi da quelli abituali. Paesaggi e culture differenti accendono la curiosità e questo aiuta a cercare immagini interessanti. La luce può essere molto diversa rispetto a dove si vive. Le persone si vestono, si pettinano, so atteggiano in altro modo. Le strade e gli edifici hanno forme e colori diversi.

There are other photographers who are more stimulated to photograph in new places with new landscapes and cultures, where the curiosity help them to look for interesting shots. The light can be very different than the light inthe place where they live. People dress up, comb their hair, and behave in other ways. Buildings and streets have different shapes and different colours.

Covid-19 mi ha costretto prima a fotografare solo in casa, e di quei giorni sta uscendo un buon piccolo libro!). Ora, avendo sospeso i viaggi che richiedono pernottamenti fuori casa fotografo nella mia città. E mi sono accorto che a volte anche portando una macchina fotografica quando vado dal fruttivendolo posso tornare a casa con qualche buona immagine. Basta allenare l’occhio!

Covid-19 forced me at first to photograph at home only (and about those days is arriving a good small book!) and now, having stopped all travel requiring to overnight away from home I’m forced to  photograph in my town only. And you know what? I discovered that even having a camera when I go to the greengrocer I can return home with a couple of good pictures. It’s enough to have a trained eye!

Per giocare un poco, che secondo me fa sempre bene ho corredato questo articolo con foto scattate nel mio quartiere, in altre città italiane e in paesi esteri, vicino e lontano. To play a little bit, which in my opinion is always useful I have accompanied this article with photos taken in my neighborhood, in other Italian cities and in a few foreign countries, so near, so far away.

E voi quando vi sentite stimolati a far qualche cosa di creativo? Quano siete a casa oppure in viaggio? E perchè? Sapete, sono curioso!

And how about you? When do you feel to be more stimulated to be creative? At home or when traveling? You know, I’m curious!

Se volete potete cliccare le immagini piccole per ingrandirle. E sapete già che i vostri commenti sono graditi!

If you like you can click the small images to enlarge them and you already know your comments are welcome!

 

 

may 2020, coffee with Wim Wenders

maggio 2020, caffè con Wim Wenders   please scroll down for english text, thanks

angel

The guardian angel                                                                            photo rkr@2020

Siamo agli inizi della nona settimana dalla chiusura e ufficilamente siamo nella fase due con un poco più di libertà. Purtroppo troppe persone hanno inteso questo come tutti liberi e si sono viste troppe persone per strada, nei parchi, nei pubs. E senza mantenere una distanza di sicurezza: questo è molto pericoloso, il virus non se ne è andato ma è ancora attorno a noi, pronto a colpire come un cecchino.

We are at the beginning of the nineth week since the lockdown and we are officially in phase two with a little bit more freedom. Unfortunately too many people understood it as “everibody is free” and too many have been aorund in the streets, in the parks, in the pubs. And without the safety distancing it is very dangerous because the virus is still around us, ready to hit like a sniper.

Detto un poco duramente ogni persona potrebbe ucciderne altre. Potrebbe  essere un portatore sano e diffondere il virus e purtroppo abbiamo già visto quando si diffonde cosa significhi una crescita esponenziale. Come possa essere rapido nel saturare la diponibilità di posti in ospedale. Un amico che vive in un altro paese mi ha mandato il testo di un avviso diffuso nella sua città che dice: la fine di alcune restrizioni non significa che il virus se ne sia andato, significa solo che in questo momento in rianimazione potrebbe esserci un posto per te.

Said in a graphic way each one could kill somebody else. Perhaps an asymptomatic carrier who could spread the virus around and we have already seen what does it means an esponential growth of the pandemic.  How it can be fast (and furious) in overwhelming the hospitals. A friend who lives in another country sent me the text of a sign in his town: a lighter lockdown does not mean the virus has gone, it means in this moment a place in Intensive Care is available for you.

Speriamo almeno il nostro angelo custode  ci protegga…

Let’s hope at least our guardian angel will protect us…

Tante sono le cose delle quali abbiamo sentito la mancanza durante questo lock down. Come un buon caffè con gli amici, magari alla solito caffetteria. E allora ho deciso di “invitare” un amico speciale quando insieme a mia moglie prendo il mio espresso quotidiano a casa! Questa settimana ho deciso di invitare un grande fotografo e regista cinematografico: Wim Wenders!

We have been at home missing many things, many habits. Like a good coffee with friends at the coffee shop behind the corner. Therefore I decided “to invite” a special friend when I drink my expresso at home together with my wife. This week I invited a great photographer and movie director: Wim Wenders!

Ho diversi libri di Wenders sia fotografici sia testi delle sue conferenze e lezioni. America è l’ultimo che ho acquistato e contiene le foto di una sua mostra che abbiamo visitato qualche tempo fa. Le foto  di grandi dimensioni erano esposte in una bellissima villa storica (Villa Panza) ed erano accompagnate da alcuni testi dell’autore che io ho trascritto a mano nel libro. In effetti la mostra l’ho visitata due volte, se volete sapere perchè lo ho spiegato in questo articolo del blog.

I have various book by Wenders, both photobooks and texts from his lessons or conferences. America is the last one I bought and includes the pictures of an exhibition we visited a few years ago. The pictures were very large and exhibited in a very nice historical villa (Vila Panza) and there were as well texts from the author which I reported on the catalog. To be fair I visited the exhibition twice and if you are curious to know why I explained it in this post.

Amo la pulizia e la semplicità nelle foto di Wim Wenders e anche il fatto che ognuna di loro  potrebbe essere l’inizio di una storia che noi possiamo poi completare come desideriamo.

I love how “clean” and simple are the pictures by Wim Wenders and also how each photo could be the starting point for a story that we can finish as we prefer.

Mia moglie ed io avevamo il desiderio di un  viaggio in America, forse un viaggio on the road come abbiamo visto in tanti film o letto in molti libri. Per il momento non è possibile e probabilmente non lo sarà per tanto tempo e allora dobbiamo imparare a viaggiare  attraverso i viaggi degli altri e i loro racconti.

My wife and I desired a trip through America, maybe a roadtrip as we have seen in many movies or we  read in books. Now it is not possible and probably it will be not  possible for a long time therefore we have to learn to travel through somebody’s else journey and their stories.

E un viaggio americano in compagnia di Wim Wenders sarà certamente una grande emozionante avventura !

And an american journey together with Wim Webders will be surely a great exciting adventure!

E voi con chi amereste bere un caffè? And how about you, whom would you like to invite to drink a coffee with you?

Come sempre potete cliccare le foto per una visione migliore e i vostri commenti sono benvenuti, grazie.

As always you van click the pictures for an enlarged view and your comments are welcome, thanks.

In un momento così strano un poco di musica può aiutare: e allora vi propongo questo video!

In a weird moment a little bit of music can help: therefore I suggest you this video. Please enjoy!

 

 

 

 

 

april 2020, lockdown week 4

View from my bedroom’s balcony                                                                    photo rkr@2020

Aprile 2020, settimana 4 di chiusura

Siamo alla quarta settimana in casa. A questo punto ci si abitua. Distanziamento fisico. Dal balcone ogni tanto si vede qualcuno. Distanziato. Le nostre città sono diventate più silenziose e gli animali si stanno guadagnando spazi maggiori.  Le passioni coltivate per anni, come lettura, disegno e fotografia aiutano a far trascorrere il tempo. La primavera è qui attorno e risveglia il desiderio per qualche viaggio, da dimenticare in questi giorni. E allora vado a vedere le foto di qualche anno fa, come queste del 2015 scattate con il cellulare dal treno mentre andavo in città. Ho sempre amato scattare foto da veicoli in movimento e il treno è il mezzo ideale, Quando sono in auto il più delle volte devo guidare!

This is our fourth week of lockdown. At the end we are getting used to it. Physical distancing. From the balcony I see somebody, sometimes. Distanced. Our towns are now more silent and animals are conquering more spaces. The passions I have since many  years like reading, drawing and photography  help to spend the time. Spring is around and the desire for a trip as well!  It will be not possible for a long time, something to forget. Therefore I look at pictures I took in other trips years ago, like these taken with a mobile phone  from the train going downtown Milan in 2015. I always love to take photo from a moving vehicle and  trains are the ideal starting point. When I’m in the car most of time I have to drive!

Potete ingrandire le foto cliccandoci sopra. I vostri commenti, suggerimenti e idee sono sempre graditi, non esitate! Grazie!

You can enlarge the photo clicking on them. Your comments, suggestions and ideas are always welcom, do not hesitate! Thanks!

 

 

march 2020, traveling

marzo 2020, viaggiando                    english text below, please

Questa mattina Simo è andata al negozio all’angolo a ritirare la spesa che avevamo ordinato, qualche surgelato, latte e jogurt, detersivi e simili. Quando voleva uscire una persona era sulla porta attendendo il turno per entrare. Mia moglie ha chiesto se per favore potesse spostarsi un paio di metri altrimenti non sarebbe uscita. Malvolentieri questa persona si è spostata, brontolando e guardando mia moglie come se la sua richiesta fosse stata strana o scortese. Evidentemente c’è ancora chi non ha capito niente. E abbiamo ancora centinaia di morti al giorno…

In the morning my wife went to the shop behind the corner to pick  something we had ordered yesterday, a couple of deep frozen food, some milk and jogurt, soap, detergents and similar. When she was going to go out a man was on the door. My wife asked gently to move back a couple of meters otherwise she had not gone out. The man relutanctly  moved back grumbling and looking at my wife as if her request was mad or unpolite. It’s evident there are still people who have not understood. And we have hundreds of death everyday…

Come sarebbe bello partire, andare ma non si può. Ma basta guardare le foto di quel viaggetto qualche anno fa per riviverne le emozioni…

How nice would it be to leave, to go but it is not possible! But it is enough to look at the picturea of that small journey a few years ago and the emotions are alive.

Potete cliccare le immagini per vederle ingrandite e lasciare un vostro pensiero nei commentoi, grazie.

You can click the images to enlarge them and your comments are welcome, thanks.

Imperfect Moments, the exhibition setting

Galleria

Questa galleria contiene 8 immagini.

Momenti Imperfetti, l’allestimento della mostra E’ sempre importante allestire una mostra nel modo migliore per comunicare il pensiero dell’autore. Io per questo devo ringraziare due buone amiche, Elisabetta e Monica per il loro contributo di idee. E l’amico Luigi per … Continua a leggere

imperfect moments, not only an exhibition

momenti imperfetti: non solo una mostra

La prossima mostra “Momenti Imperfetti” è  pronta, questa sera ci sarà l’inaugurazione.  Contemporaneamente ho preparato una piccola zine con le Polaroid del viaggio verso il nord Europa. La potete visualizzare cliccando l’immagine qui sotto oppure cercando “imperfect moments” sul sito Blurb.

My next exhibition “Imperfect Moments” is ready,  tonight there willl be the vernissage. Meantime I made a simple zine with the Polaroids from our roadtrip towards north Europe. You can preview it clicking the image below or looking for “imperfect moments” on the Blurb site.

Polaroid from a roadtrip #4

Polaroid da un viaggio su strada N° 4      please scroll down for english text, thanks

Dicono a Bergen piova tutti i giorni. Noi ci siamo stati solo qualche giorno e il tempo è stato abbastanza clemente, però un poco di pioggia l’abbiamo avuta 🙂 magari solo un paio d’ore. Non male!

They say in Bergen it rains everyday. We have been there only a few days and the weather has been friendly, anyway we could experience a little bit of rain 🙂 maybe only a couple of hours. Not bad!

photo rkr©2019

Per mia moglie è stata un ottimo motivo per acquistare un bellissimo impermeabile che in questi giorni di piovoso autunno italiano sta diventando utile!

For my wife it has been a good motivation to buy a beautiful raincoat which is getting useful now in these rainy autumn italian days!

Un mio amico sostiene che non esista bello o brutto tempo ma solo un equipaggiamento buono o cattivo. Noi che ci sentiamo “viaggiatori” e amiamo l’esperienza del viaggio, proprio  perchè ci possono essere delle piccole avventure siamo d’accordo con lui (entro certi limiti, però). In ogno caso con o senza pioggia Bergen è una città bellissima!

A friend of mine is of the idea there is not good or bad weather but only good or bad gear. Because we like to be “traveler” and love the experience of traveling also because of the possible small adventures agree with him (within a few  limits). Anyway with or without rain Bergen is a beautiful town!

 

E voi quando trovate un poco di pioggia durante un viaggio come vi sentite? Ovviamente la parola chiave è…un poco!

And how do you feel if you have a lillte bit of rain during a journey? Of course the key word is…a little!

Cliccate le foto per una visione migliore e sapete che i vostri commenti sono sempre graditi. Click the photos for an enlarged vision and you know your comments are always welcome.

Polaroid from a roadtrip #3

Polaroids da un viaggio su strada N°3

Istanti di viaggio, questa volta senza testo, potete immaginarlo voi o scriverlo nei commenti  a vostro piacere 🙂

Moments from the journey, without text, you can imagine it or write  in the comments   in your own way 🙂

E cosa sarebbe un viaggio senza un poco di musica ? Musica on the road naturalmente 🙂

And what would it be a journey without some music ? Music on the road of course 🙂

 

E voi quale musica preferite in viaggio? O amate il silenzio interrotto solo dal borbottio del motore?

And how about you, which music do you like to listen when traveling? Or do you love the silence only interrupted by the murmur of the engine?

Vi ricordo che i vosti commenti sono benvenuti!

I remind you your comments are welcome!

 

End of summer, printing time

Fine estate, tempo di stampare

L’amico blogger Otto von Münchow in questo articolo ci invita a completare i nostri lavori anziché mantenerli in uno stato indefinito nei nostri computer. Completarli e farli vedere. Per la nostra passione impegnamo tempo,  energie, soldi. E allora sarebbe un peccato non far vedere quanto abbiamo fatto. Al giorno d’oggi abbiamo molte possibilità di condividere le nostre foto, preferibilmente dopo averne fatto una selezione, anche grazie alla rete.

My friend blogger Otto von Münchow in this recent post invites us to complete our works instead to leave them in a semi transient state in our computers. To complete and show around. We dedicate a lot of time, energy and money to  our passion. And it would be a shame not to show our outcome. Today we have many possibilities to show our photos, preferably after a selection, thanks to net.

Driving north                                                                                            photo rkr©2019

Devo ammettere che anche se a me piace stampare le mie foto, come potete leggere e vedere  in questo articolo, sono anch’io a volte colpevole di questo atteggiamento di pigrizia. E allora ho deciso di darmi una mossa e accettare la proposta di esporre le mie foto il prossimo mese di novembre.

I must admit even if I like to print my photos, you can read  in this post, I’am sometimes guilty of this particular kind of laziness . So I decided to get a move and to accept the proposal for an exhibition of my pictures next november.

Polaroid from North Germany                 photo rkr©2019

Ho pensato di esporre le mie  Polaroid e Impossible, visto che ho sempre amato la fotografia istantanea. Ci sarà una serie tratta dal recente viaggio verso il nord europa e altre foto più datate. Alcune saranno esposte nella versione originale, altre le scansionerò  e stamperò in formato maggiore. E’ ancora un lavoro in corso.

I thought to exhibit my Polaroid and Impossible photos as I always loved the instantaneous photography. There will be a series from the recent road trip toward north europe and other photos from the past. A few will be shown as original and I’ll scan a few more in order to print them in a larger format.

Vi terrò informati su come il lavoro procede per ora anticipo qualche immagine.  I’ll keep you informed how the work proceeds, by now I show you a few pictures.

Come sempre potete cliccare le foto per vederle in modo ingrandito e sappiate che i  vostri commenti sono benvenuti, grazie!

As always you can click the photos for an enlarged view and please keep in mind your comments are welcome, thanks.

 

 

 

 

 

 

Pictures from a road trip : polaroid with fishes

Su un’autostrada verso Berlino ho visto dei pesci bianchi e rossi ed ho pensato che portassero fortuna ai viaggiatori.

On a german motorway I saw a few fishes, white and red and I thought they could bring luck to the voyagers

from the motorway                                                                                       photo rkr©2019

Un amico mi domanda perché fotografare dei pesci su un’autostrada, gli rispondo con le parole di  Robby Müller, leggendario direttore della fotografia che ha collaborato con Wim Wenders, Jim Jarmusch, Peter Handke, Peter Bogdanovic e altri autori cinematografici.

C’è un magnifico paesaggio ma l’abbiamo già visto su un calendario. Guarda qui: un piccolo albero e una roccia. Tristi, però dicono molto di più. Filmiamo quelli

A friend ask me why take the photo of a few fishes on a motorway, I answer with the words from Robby Müller, mythical photography director who worked with Wim Wenders, Jim Jarmusch, Peter Handke, Peter Bogdanovic and other movies authors.

“There is a beautiful landscape but we have already seen it on a calendar. Look here: a small tree and a rock. Sad, but they say much more. Let’s film them”

E voi cosa amate fotografare quando siete in viaggio? Cosa attira il vostro sguardo? Preferite il dettaglio o una vista generale?

And how about you? What do you like to photograph when traveling? Do you prefer a detail or a larger view?

Potete cliccare sulla foto per una visione ingrandita. E i vostri commenti sono graditi.

You can click the photo for an enlarged view. and your comments are welcome.