Suburban landscape

Paesaggio di periferia

A causa di un piccolo problema di salute ora risolto (quasi) ho dovuto trascorrere qualche giorno in casa, per la maggior parte sdraiato a letto. Ma ho trovato tempo per processare alcune foto delle periferie della mia zona fatte qualche giorno prima. Immagini scattate su pellicola con una macchina di quasi 50 anni di età, una Zeiss Super Ikonta. Forse potrebbe esserci un progetto all’orizzonte…

progetto_arno-8

Because of a minor health problem now solved (almost)  I had to spend a few days home, mainly lying on the bed. But I found time to process a few photos of the suburbs aground where I live, shot a few days before. Pictures taken  on film with a camera more or less 50 years old, a Zeiss Super Ikonta. Maybe a project is around…

progetto_arno-13

 

 

 

An old camera, a simple portrait

Una vecchia macchina fotografica, un semplice ritratto

In un momento per vari motivi un po’ difficile e complicato abbiamo deciso di trascorrere un paio di giorni al lago. Ho portato con me la vecchia zeiss e ho scattato qualche foto a Simo.

In a complicated and slightly difficult moment we decided to spend a couple of days at the lake. I brought with me the old Zeiss and I attempt a few portraits of Simo.

photo rkr©2014

photo rkr©2014

 

Editing NYC: 9-11 with the old Zeiss

Editing NYC: 11 settembre con la vecchia Zeiss  

 please scroll down for english text, thanks

SCAN_ 24453-4La volta scorsa ho provato a spiegarvi quanto mi sia stato difficile fotografare a Ground Zero. A ripensarci era la prima volta nella che mi trovavo sul luogo di una tragedia. Una tragedia immensa. Ora guardando i provini delle foto scattate con la vecchia Zeiss a soffietto ho rivisto questi scatti. Chi segue da tempo questo blog sa che per me il processo di selezione delle foto è importante quanto lo scattare. E può essere un processo lungo, pensare e ripensare. Se  volete commentare, suggerire o criticare mi farà piacere.

Last time I tried to explain how much was difficult for me to photograph when we went to Ground Zero. It was the first time in my life  I was in the place of a tragedy. An immense tragedy. Now looking one more time at the contacts of the photos taken with the old folding Zeiss I re-evaluated these shots. Who is following this blog since a long time already knows that for me selecting the correct photo is part of the photographic process, as important as shooting. And it can be a long process, thinking and rethinking. If you like to comment, make suggestions or or criticize I’ll be pleased.

ground zero

ground zero.                                                                                                                                           #1

 

Ground Zero

Ground Zero.                                                                                                                                           #2

Ground Zero

Ground Zero .                                                                                                                                   #3

Editing NYC, part 1

Editing di NYC, parte 1                              english text is below, thanks

Tornati da un viaggio inizia un’altra parte del processo fotografico. Sviluppare, scansionare, stampare i provini, organizzare i files, selezionare: è un’attività che a me piace molto perchè la trovo creativa almeno quanto  le riprese fotografiche: è un processo lungo, occorre tempo e pazienza, ne parleremo.

foto rkr©2014

foto rkr©2014

Back from a journey begins a new stage of the photographic process. Developing, scanning, contacts printing, organizing files, editing: it is an activity I like very much because I find it as creative as shooting: it’s a long process which requires time and patience, we’ll speak about.

SCAN_ 24447-2

taken in NY with a Zeiss Super Ikonta from the 50’s,                            photo rkr©2014

 

It happens that…

Succede che…                                please scroll down for english text, thanks

Inizi dicembre. Spesso me piace fotografare con la pellicola  per i motivi che ho spiegato pochi giorni fa in questo articolo.  Ma conosco anche i benefici della fotografia digitale e  desidero tenermi aggiornato. Le possibilità delle nuove tecnologie mi  incuriosiscono e tutto sommato devo tenermi al passo. Allora entro in un negozio importante e discuto per un po’di tempo con l’addetto alle vendite di quella macchina recentemente messa sul mercato e che mi sembrava interessante.

December, beginning. Sometimes I like to photograph with film because of the reasons I wrote about in this post. But I know the benefits of digital photography and I desire to keep myself up to date. The possibilities of the new technologies intrigue me and after all I must keep up with them. Than I enter an important shop and get from the gentle salesman all the infos I need about one camera recently put on the market which seems me interesting.

Si, è proprio interessante, credo la comprerò, voglio solo riflettere un poco sulle ottiche. Saluto il commesso e mentre esco la vedo. Si, è proprio lei. La cercavo da tanto tempo. Il commesso, sempre gentile mi spiega tutto. E me la lascia anche tenere in mano.

Yes, it’s really interesting, I believe I’ll buy it, I only need to think a little bit about the lenses. I greet the salesman and when going out I see it, her. Yes, what I was looking for since a long time. The always kind (and professional) salesman explain me everything. I’m even allowed to handle it, her.

Dicembre, qualche giorno dopo. Scrivo mentalmente una mail a Babbo Natale con un desiderio per Natale, spiegando che sono stato buono durante tutto (hmmm) l’anno, se vuole conferma può chiederlo a Simo.

December, a few days later. I mentally write a mail to Santa with a wish for Christmas, explaining of course that I have been good all (hmmm) the year, if he desires can ask Simo to confirm it.

Dicembre 25, Natale. Babbo Natale e Simo mi hanno creduto e fra i regali c’era proprio quello che desideravo. Evviva!

December 25, Christmas Day. Santa and Simo agreed that I have been a good boy and among the presents there was what My wish was. Hurrah!

Super Ikonta Zeiss

Super Ikonta Zeiss

Quando ero ragazzino e mio papà si era accorto che la fotografia mi piaceva mi aveva regalato una macchina come questa, un po’ meno perfezionata. E’ quella con cui ho imparato a regolare i diaframmi e i tempi di esposizione, stimando la distanza a occhio . Non so dove sia finita quella vecchia Zeiss ma quando ho visto questa (più perfezionata, pensate che ha anche il telemetro!) il mio cuore ha iniziato a battere forte. Grazie Babbo Natale, grazie Simo!

When I was a young boy and my dad noticed how I liked to photograph he gave me as birthday present a camera like this one, a little more primitive. With that camera I learned how to settle aperture and speed evaluating the distance by eye. I do not know where that old Zeiss finished her days but when I saw tis one (more improved, think that there is even a rangefinder!) my heart started to pulse stronger. Thanks Santa, thanks Simo!

2013_dic_rob-316E le nuove tecnologie? Beh, la prossima volta…

And how about the new technologies? Ohh, next time.