Drawing

Disegno

Mi piace imparare cose nuove. Imparare a fare qualche cosa che non so fare. Non è sempre facile. Ma io insisto, prima o poi imparerò anche a disegnare!

I like to learn new things. To learn to do what I’m not able to do. It’s not always easy. But I do not give up, soon or later I’ll learn to draw!

E la fotografia? Al prossimo articolo ritorna, siate pazienti!

And how about  photography? Be patient please, it will be back with the next post!

 

Easter

Pasqua

 

Semplicemente augurando a tutti una Pasqua di serenità, gioia, pace…

Simply wishing everybody an Easter full of serenity, joy, peace…

 

“Eccoci qui, Padre, Signore, Spirito Santo

Pane del tuo pane ospite del tuo ospite

Noi siamo le lacrime che cadono dai tuoi occhi

Parola della tua parola pianto del tuo pianto

Noi vivremo ancora noi vivremo ancora”    

Patti Smith da Danza Fantasma, Easter 1978

“Here we are, Father, Lord, Holy Ghost

Bread of your bread host of your host

We are the tears that fall from your eyes

Word of your word cry of your cry

We shall live again we shall live again”

Patti Smith from Ghost Dance, Easter 1978

 

Snaps from Wetzlar

Istantanee da Wetzlar

Un commento dell’amico Oli al mio articolo di ieri mi ha fatto pensare che questo è un blog di ispirazione fotografica. E allora per gli interessati qualche istantanea dal Leitz Park di Wetzlar, sede di Leica. Un posto che merita di essere visitato…

A comment  from my friend Oli on my yesterday’s post let me think that this is a photo inspired blog. Therefore if anyone is interested a few snaps from the Leitz Park in Wetzlar, headquarter of Leica. A place worthwhile to be visited…

…nelle foto ci siamo anch’io e mia moglie…me and my wife are in the pictures as well…

snaps on the road

Scatti stradali

Dicono un viaggio si gusta tre volte: quando lo prepari, quando lo fai e quando lo rivivi nel ricordo…

They say you enjoy a journey  three times, when you prepare it, when you do it and when you remember it…

Noi siamo di ritorno da un viaggio nel nord della Germania e siamo ancora fra la seconda e la terza fase, le emozioni sono ancora vive e stanno diventando ricordi…

We are back from a journey in the north part of Germany and are now between the second and the third phase, our emotions still alive are becoming memories…

Ho fotografato su pellicola e sarà necessario un po’ di tempo per lo sviluppo, le scansioni, la selezione…abbiate pazienza anticipo qualche scatto con l’i.phone…a presto!

I took photo on film and it will take some time to develop, scan and edit…be patient please…here a few snaps from my i.phone…I’ll be back soon…

Come sempre cliccate le foto per una visione migliore, grazie

As always you can click the pictures to enlarge them, thanks

Looking for the light

Verso la luce

In una giornata come questa ricordiamo i momenti bui. Dal passato. Ma anche oggi ci sono momenti bui. Guerre. Carestie. Odio. Persone che soffrono, donne uomini, bambini. Non dimentichiamocene, lavoriamo, cerchiamo la luce.

In a day like today we remember dark moments. From the past. But we have dark moments today as well. Wars. Hungers. Hate. People, men, women, children suffering. Let’s not forget, let’s work, let’s look for the light.

Eisenman Memoria for the Holocaust victims - photo rkr©2017

Berlin, Eisenman Memorial for the Holocaust victims –                                        photo rkr©2009

International Migrants Day 18 December

18 dicembre, giornata internazionale del migrante   

please scroll down for english text,thanks

Chi segue da tempo questo blog sa che sono particolarmente sensibile al tema delle migrazioni, in questo articolo ho parlato di un mio progetto fotografico ora in fase finale ispirato da questo argomento.

Who follows this blog since a long time knows I’m very sensible about the theme of migrations, I wrote of a project I’m working on it in this post.

Oggi è la Giornata Internazionale del Migrante vi propongo un video tratto dal sito delle Nazioni Unite, sono pochi minuti ma  val la pena di vederlo. Grazie.

Today is the International Migrants Day I propose you a video from the site of the United Nations, it only takes a few minutes but worthwhile to look at, thanks.

Birthday…today :-)

Compleanno…oggi  🙂

Lo so, sono tanti, ma non troppi…a volte mi sembra di averne 98, altre volte 18 …

I know it, they are many, but not too many, hmmm sometimes I feel 98, sometimes I feel 18…senza-titolo-509

Qui sono oggi con il mio tesoro Simo che mi ha regalato “Pilgrimage” di Annie Leibovitz…

Here I’m with my treasure Simo who just gave me a fabulous present: “Pilgrimage” by Annie Leibovitz…

Curiosi di sapere quanti? Fate un conto, quattro anni fa erano…il tempo vola 🙂 godetevi la canzoncina…

Are you curious to know how many? Let’s make a small calculation, four years ago they were …time flies 🙂 enjoy the song…

About the pleasure of physical photos and editing

Il piacere delle fotografie stampate e l’editing

Siamo davanti a un tavolo, un tavolo libero. Le disponiamo una dopo l’altra, in file e colonne. Si occupa quasi tutta la superficie disponibile, dopo si inizia a lavorare. Questa si, questa non so. E no, questa proprio no va. Guarda, queste tre insieme raccontano una piccola storia, ma se togliamo questa e ci mettiamo quest’altra la storia cambia, diventa più…

We are in front of a table, a free table. We arrange them one after the other, in rows and columns, more or less. We take up all the available surface, than we start to work. This one yes, this other I don’t know. No, no this one absolutely no. Look…these three together tell a story, but if we take away this one and lay this other the story is different, it’s more..

i-phone_rob_ott2016-5-di-19

 In Italia secondo una ricerca di OnePoll per Samsung ogni giorno vengono caricate sui social cinque milioni di fotografie, una media di tremila al minuto con un intervallo fra lo scatto e la condivisione che non supera i sessanta secondi.  Per una riflessione su questo vi suggerisco l’ articolo del mio amico Roberto. Ma io amo una fotografia lenta, che richiede i suoi tempi e prima di essere in qualche modo condivisa debba stagionare, invecchiare un poco come un buon vino.

According to a research made by OnePoll for Samsung in Italy (where I live) everyday five millions photos are uploaded on social medias, which makes an average of three thousand each minute with a time interval between the shot and the sharing which is no longer than sixty seconds. But I love a slow photography which requires its proper times and before being shared has to mature, somehow like a good wine.

Molte delle foto che appaiono sui social vengono viste per pochi secondi e dopo pochi minuti sono già dimenticate, appartengono al passato. Una foto stampata contiene passato, presente e futuro. Il momento dello scatto e il momento in cui la guardiamo. E quella foto sarà con noi, forse in un album oppure in una scatola di cartone da scarpe anche in futuro.

Many pictures on the socials are seen for a few seconds and after a few minutes are already forgotten, belongs to the past. A printed photo holds together the past, present and future. The moment when we shot it and the moment when we look at it. And that photo will be with us  maybe in an album or in a cardboard shoes box in the future.

Durante l’ultimo viaggio vacanza ad Ischia (cure termali da bravi vecchietti) ho scattato solo foto istantanee sia con la mia vecchia Polaroid 340 sia con la nuova I-1 di Impossible, adoperate a giorni alterni. Una per il colore, l’altra per il bianco e nero. Contrariamente a quanto potrebbe sembrare sapere di avere un numero limitato di foto da scattare è stato molto liberatorio. Non dovevo fare un reportage ma solo “vedere” quello che catturava la mia attenzione, dedicargli il tempo necessario per scegliere l’inquadratura migliore e scattare. Ancora il binomio tempo e attenzione! E dopo pochi minuti la stampa era fra le mie mani, wow!

During my last journey to Ischia (thermal bath as good old people have to do) I only shot instant photography with my old Polaroid 340 and my new I-1 by Impossible, on alternate days, one for color the other for B&W. Contrary to what it could seem knowing to have a limited number of available shots has been very liberating. I had not to make a reportage but only to “see” what was interesting to me, allow myself the required time to look for an appropriate framing and shoot. Once again time and attention. And after a few minutes a real print was in my hands, wow!

i-phone_ischia_092016-72-di-143 Fare una selezione fra le foto scattate è un momento importante per un fotografo, un momento che diventa creativo secondo delle scelte che facciamo. Un mio scritto/esercizio di editing lo trovate in questo articolo, questa volta digitale 🙂 e in quest’altro con foto stampate questa volta 🙂 🙂 e se siete curiosi vi basta cercare “editing” all’interno del blog, dovreste trovare questi articoli. E se un amico o un’amica vi aiutano in questa operazione con la loro opinione si può anche trascorrere del tempo piacevolmente insieme.

Making a selection among the shots is a very important phase for the photographer, a moment which can be creative depending on the selection we make. One of my written/exercise of editing can be found in this post, digital this time 🙂 and in this other with printed photos this time 🙂 🙂 and if you are still curious just look under editing in the blog, you should find at least these post. And if a friend helps you in this phase it’s possible to spend a good time together.

E le foto di Ischia dove sono? Siate pazienti per favore, non ho ancora finito l’editing e la scansione…ci vuole tempo…ma voi, i vostri ricordi come preferite conservarli? Stampate ogni tanto qualche foto?

And where are the Ischia photos? Be patient please, I have not yet finished the editing and scanning phase…I need time…but how about yourselves, how do you prefer to store your memories? Do you print sometimes any picture?